G & B
  • Foto di Barbianer Wasserfaelle - Bad Dreikirken
  • Foto di Barbianer Wasserfaelle - Bad Dreikirken
  • Foto di Barbianer Wasserfaelle - Bad Dreikirken
  • Foto di Barbianer Wasserfaelle - Bad Dreikirken
  • Foto di Barbianer Wasserfaelle - Bad Dreikirken
  • Foto di Barbianer Wasserfaelle - Bad Dreikirken

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  5 ore 40 minuti

Coordinate 1133

Uploaded 14 agosto 2014

Recorded agosto 2014

-
-
1.357 m
841 m
0
2,4
4,8
9,65 km

Visto 504 volte, scaricato 12 volte

vicino Barbiano - Barbian, Trentino - Alto Adige (Italia)

Bellsimo percorso.
Impegnativo dopo la Cascata più Alta fino al raggiungimento della quota massimma.
Segnavia sempre presenti. Protezioni e corde in acciaio presenti nei punti più impervi.
No bambini.

da: http://www.sentres.com/it/le-cascate-di-barbiano

Le Cascate di Barbiano sono composte complessivamente da otto cascate che precipitano a valle da un gradone di 200 metri di altezza. Qui non lontano da Barbiano in Valle Isarco, l'impetuosità del Rio Ganda ha scavato nella dura roccia dei canali d'acqua e dei bacini. Fra le otto cascate le più spettacolari sono la più alta e la più bassa che precipitano rispettivamente da un dislivello di 85 e 45 metri. In particolare la cascata più bassa e più impetuosa è facilmente raggiungibile grazie ai sentieri escursionistici e per questo è anche una meta molto apprezzata dai visitatori.

da: http://it.wikipedia.org/wiki/Tre_Chiese

Storia

Le chiesette furono edificate sopra una vecchia località di culto pagana, probabilmente dedicata alle divinità delle sorgenti. Le tre piccole chiesette sono del XIII e del XV secolo e sono molto interessanti per il loro valore artistico, che le distingue in tutta la regione storica del Tirolo. Anticamente questo luogo di culto era custodito da eremiti. Le chiese furono e sono tutt'oggi dedicate rispettivamente a Santa Geltrude (documentabile fin da 1237), a San Nicola (St. Nikolaus) e a Santa Magdalena (menzionata la prima volta nel 1422).

Le tre chiese

La chiesa di Santa Geltrude

La chiesa dedicata al Santa Geltrude è realizzata con un'architettura tardo romanica con tratti del primo gotico (vedi per ciò l'arco a tutto sesto e la fonte battesimale). Sul altare si trova una statua di legno raffigurante la santa, verosimilmente della prima metà del XIV secolo. L'altare è formato da un cassonetto barocco con figure femminili gotiche. Alle spalle dell'altare si nota una raffigurazione della “Crocefissione” del Cristo, risalente al XV secolo. Alla sinistra dell'altare vi è una pala con statua centrale della Madonna con bambino, ai suoi lati le due Sante, Santa Geltrude e Santa Maddalena, ed ancora ai lati delle rispettive, San Paolo e San Pietro. Meritevole di breve sosta è l'affresco posto sulla facciata esterna.

La chiesa di San Nicola

Questa seconda chiesa ha una struttura architettonica molto simile alla precedente. Una particolarità di questa chiesa è l'altare a portelli, attribuito allo scultore brissinese del tardo gotico Hans Klocker, restaurati in parte nel 1984.

La chiesa di Santa Magdalena

Quest'ultima chiesa è leggermente di dimensioni maggiori delle due precedenti, ed è stata costruita probabilmente nel '500, dopo che una frana probabilmente aveva distrutto quella precedente. La chiesa non ha nessun affresco, ma è presente l'altare ed alcune sculture in legno. Le finestre di questa chiesa presentano inoltre un "sesto acuto", una chiusura del coro a forma ottagonale ed una porta ogivale tutta tempestata di pennacchi in stile locale.

Commenti

    You can or this trail