Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  2 ore 25 minuti

Coordinate 608

Uploaded 20 gennaio 2009

Recorded maggio 2007

-
-
283 m
16 m
0
9,2
18
36,73 km

Visto 2418 volte, scaricato 57 volte

vicino Tarquinia, Lazio (Italia)

Come si può intuire dal nome del percorso, in questo giro ci si addentrerà all'interno della nostra macchia mediterranea (zona Ancarano).
La partenza è dal parcheggio della Barriera San Giusto (in prossimità dell'entrata del centrostorico di Tarquinia); da lì si parte costeggiando un tratto delle mura medievali di Tarquinia (passando sotto l'antica chiesa di S.Maria in Castello); subito dopo la chiesa inizia un divertente tratto in discesa, che una volta passata l'antica "Fontana Nova" , diventa sterrata (strada dell'Ortaccio). Arrivati in fondo ci aspettano 5 km di strada asfaltata (tranquilli è una semplice strada di campagna che è stata asfaltata perchè portava ad un deposito militare - no traffico) dopo i quali inizia lo sterrato in corrispondenza dell'entrata dell'Ancarano. Da qui avrà inizio il giro che sarà caratterizzato (oltre che dalla tipica vegetazione della macchia mediterranea) da una graduale salita verso l'azienda agricola dell'Università Agraria di Monte Romano, si affronterà un'altrettanto gradevole discesa che terminerà con un tratto ricco di pietre (non a caso si chiama "la pietrara"). Terminata la discesa ci si ritroverà nello stesso punto in cui avevamo iniziato la salita per Monte Romano. Ora ripercorreremo la strada iniziale al contrario per circa 1 km dopo di chè affrontertemo la salita "Spaccabulloni" (anche qui potete immaginare da cosa derivi il nome) che ci porterà in cima alla "Turchina"; da qui scendiamo con la lunga e divertente discesa di Cacciatalunga, (consiglio per i più funamboli.....attenzione all'ultima curva in fondo.....è molto stretta). Una volta in fondo, si gira a sinistra per affrontare circa metà della salita della Civita (Acropoli etrusca); infatti all'altezza di un vecchio "Casalaccio" si gira a destra per poi risalire di una ventina di metri dopo i quali si affronta un tratto "pendente" che termina in prossimità proprio di un rigagnolo d'acqua (dipende dalla stagione). Il tratto successivo costeggerà il deposito militare e vi porterà sulla stessa strada asfaltata percorsa all'inizio. A questo punto invece di risalire dalla strada dell'Ortaccio (fatta all'inizio in discesa) si affronta la "pettatella" per antonomasia .....l'Alberata... salita che parte con pendenze del 7/8% per finire con punte del 22% . Una volta in cima potete anche affacciarvi per vedere il bel panorama , dopo di chè si prende la strada (in discesa ora) che vi riporterà al parcheggio della Barriera S.Giusto (attraverserete piazza Trento e Trieste con la fontana ed il Palazzo comunale, il corso Vittorio Emanuele, il Palazzo del Museo Etrusco).
Buon giro

per qualsiasi informazione....... www.bikeinmonta.it

Commenti

    You can or this trail