Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  2 ore 49 minuti

Coordinate 1651

Uploaded 13 marzo 2017

Recorded marzo 2017

-
-
375 m
147 m
0
2,5
5,0
10,03 km

Visto 311 volte, scaricato 18 volte

vicino Canelli, Piemonte (Italia)

INTRODUZIONE


In questo percorso,partendo da Canelli,arriviamo alla torre dei Contini e,poi, raggiungiamo la collina del Salto:

1)__ La torre dei Contini è posta sulla cima di un alto rilievo collinare ed è stata costruita verso il 1585 con funzione di avvistamento e sorveglianza.
.Il bricco su cui sorge è considerato uno dei più eccezzionali punti panoramici tra l’Astesana,le Langhe,il Monferrato.


2)--Nei pressi della collina del Salto sono raggruppati molti luoghi che,descritti nei romanzi di Pavese ,sono divenuti celebri e pieni di suggestione(il Nido, la Mora,la casa di Nuto,la Gaminella):

-------IL NIDO:
Nel romanzo La luna e i falò rappresenta il mondo dei ricchi.

“c’erano delle case-palazzine,come quella del Nido sulla collina di Canelli che avevano delle stanze dove stavano in quindici,venti,come all’albergo dell’Angelo,e mangiavano,suonavano tutto il giorno”


“tutte le finestre facevano luce,sembrava il fuoco,e si vedevano passare le ombre degli invitati sino al mattino”

-------LA MORA:
E’ uno dei luoghi più impotanti de La luna e i falò.E’ la grande cascina padronale con un enorme cortile dove abitatava la famiglia più ricca di santo Stefano Belbo.
Famiglia che aveva carrozze cavalli e tendine alle finestre.
E’ qui che Anguilla viene mandato a servire.

-----LA CASA DI NUTO:
E’ la bottega di falegnameria del padre di Nuto.

“Qui chiunque passasse,andando a Canelli o tornando,si fermava a dir la sua,e il falegname maneggiava le pialle,maneggiava lo scalpello o la sega,e parlava con tutti,di Canelli,dei tempi di una volta,di politica,della musica e dei matti,del mondo”
(da La luna e i falò di Cesare Pavese)

----LA COLLINA GAMINELLA:
La collina Gaminella è situata sul versante opposto a quello della collina del Salto.

“La collina di Gaminella,un versante lungo e ininterrotto di vigne e di vie,un pendio così insensibile che alzando la testa non se ne vede la cima”



PERCORSO

Da Canelli si percorre via Risorgimento in direzione Santo Stefano B.,un viale alberato che costeggia il Belbo.
Quando il viale tende a discostarsi dal fiume,si svolta a six su stradina asfaltata che,percorsi 50 metri,diviene un sentiero che si snoda sugli argini del Belbo.
Si arriva ad attraversare la ferrovia dismessa e si raggiunge l’anello degli argini delle casse di espansione del torrente.
Si svolta a dex.
Percorsi 400 metri circa,si abbandonano gli argini per andare ad attraversare la Ss n. 592 ed imboccare via San Marco.
Al primo bivio si svolta a six su sterrata che inizia a salire costeggiando la sponda orografica dex di un lungo e profondo rittano.
Si attraversano vigneti,si svolta a six e si raggiunge una stradina asfaltata in corrispondenza di un piccolo gruppo di case . Si svolta a dex a salire..
Percorsi 200 metri circa,si lascia la stradina asfaltata per svoltare a six su sterrata che,attraversando vigneti, giunge alla sommità del bricco ove è posta la torre dei Contini.
Si scende dal bricco su capezzagne sino a ragiungere un quadrivio in località Bassano.
Si prosegue diritti su sterrata.
Percorsi 300 metri,poco prima di raggiungere un casolare,si svolta a dex a salire su sterrata che raggiunge la sommità del gruppo delle colline del Salto.
Da qui si scende per un centinaio di metri raggiungendo stradina asfaltata che viene percorsa per 200 metri circa verso six ,a salire, sino a svoltare ancora a six a salire su sterrata.
Si raggiunge un nuovo crinale collinare dove si svolta a dex e,poi, a six su sterrata che attraversando una zona boschiva, raggiunge i vigneti situati sopra il “Nido”.
Si prosegue scendendo alla dex del Nido su capezzagna ripida, a volte molto ripida, che giunge ,infine su stradina asfaltata in località Bauda.
Da qui si scende sulla statale proprio in corrispondenza della Mora e della casa di Nuto.
Da questi luoghi si ritorna sugli argini del Belbo.
Per far questo è necessario percorrere un breve tratto della ferrovia dismessa per by-passare una cancellata.
Si effettua,poi, il giro lungo degli argini per ritornare a Canelli.

Commenti

    You can or this trail