Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  9 ore 9 minuti

Coordinate 3288

Uploaded 8 ottobre 2016

Recorded ottobre 2016

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.408 m
1.233 m
0
9,5
19
37,8 km

Visto 822 volte, scaricato 3 volte

vicino Carnino, Piemonte (Italia)

Bel giro nelle Alpi maritime con dei panorami spettacolari... Immersi tra rocce carsiche, pratoni e boschi di larici...

Partenza da Upega e prima salita immersi nel bel bosco delle navette... Salita agevole, prova su asfalto più che sterrato, con qualche rampa più ripida per arrivare alla via del sale...

Pedalata semplice sulla via del sale per arrivare al col de la vieille...qui si può scegliere se seguire la sterrata fino al colle dei signori o salire a sx lungo un vecchio sentiero pedalabile ma ripido che passa prima su un balcone che affaccia sulla francia e sulla valle dietro e poi scende divertente ad unirsi allo sterrato al colle dei signori.... sopra al rifugio "Don Barbera"...

Da qui il sentiero diventa più impervio e meno visibile.... seguire le tracce e gli ometti che portano al colle delle Galine in mezzo ad uno spettacolare paesaggio carsico... La nostra traccia non sale seguendo il sentiero ma in mezzo alle rocce carsiche... se si mantiene il sentiero la salit rimane più agevole anche se sempre da fare a spinta.

Dal Colle de la "Galine" si scende alternando pezzi free ride nei prati ad altri sul sentiero... discesa corta ma splendida... fino ad intersecare il sentiero sottostante che si percorre a sx in salita alternando tratti ciclabili ad altri meno o addirittura da spingere.

Il sentiero porta dal rifugio "Don Barbera" al "colle del Pas" ,come detto, con pezzi pedalabili ed altri da spingere.

Arrivati al Colle inizia la discesa tecnica che ci porta al lago sottostante, poi con un pezzo pedalabile ci conduce attraverso la conca erbosa a prendere il sentiero che scende da "Porta Sestrera". Da qui si scende ancora un pezzo senza grossi problemi e si passa sopra al lago "Biecai"... Lago bello grosso in primavera che si prosciuga durante l'estate....
Si continua a scendere passando dalla "Porta Biecai" ed il sentiero diventa impegnativi: ripido con gradoni ... qualche altro pezzo da pedalare ed in poco si giunge al rifugio "Havis de Giorgis".

Da qui la salita diventa pui agevole, almeno nel primo tratto, prendendo a sterrata che porta verso il Mongioie. La nostra traccia qui si perde nei prati per poi salire tra le roccie... volendo si può seguire la sterrata fino al "Gias Gruppetti" e qui prendere il sentiero che sale a dx per poi continuare a spinta fino al Passo delle Saline.

Ora inizia il divertimento vero e proprio... discesa veloce e divertente con svariate linee... mai nulla di improponibile... qualche pezzo tecnico si alterna ad altri scorrevoli per arrivare a "Tetti delle Donzelle" passando dal Gias delle Saline.

Purtroppo da Tetti delle Donzelle Bisogna percorrere un pezzo di carrabile, ma, facendo attenzione, ci sono un paio di sentieri che scendono ed evitano la Sterrata per poi giungere nel orgo sottostante... non prendere la strada principale, ma andare a sx e passare nel paese quindi prendere in sentiero che porta agevolmente al bivio di partenza.

2 commenti

  • Foto di Ragno bike

    Ragno bike 4-nov-2016

    I have followed this trail  View more

    Gran bel giro .
    Ma non credo che sia tutto ciclabile
    Ci sono molti punti con del portage e con discesa molto impegnativa
    Io ho fatto il tour del Marguareis

  • Foto di evidario

    evidario 4-nov-2016

    Sì... Non ho finito di scrivere la recensione del giro... Call come dei Signori la ciclabilità purtroppo crolla drasticamente...

You can or this trail