Difficoltà tecnica   Impegnativo

Coordinate 532

Uploaded 6 novembre 2015

Recorded maggio 2010

-
-
2.245 m
1.130 m
0
5,2
10
20,94 km

Visto 805 volte, scaricato 43 volte

vicino Forme, Abruzzo (Italia)

Escursione svolta nel mese di gennaio 2013 con gli amici di avventurosamente, si parte zaini in spalla e scarponi ai piedi da Peschio Rovicino, che è una località di Forme, frazione di Massa d'Albe. Con la macchina, arrivati alla piazzetta del paese si deve proseguire sulla stradina che sta a sinistra, anche se apparentemente non dà l'impressione che fra le altre stradine che si hanno di fronte sia proprio lei quella che ci porta all'inizio del nostro itinerario.
Alle 07,15 del primo sabato del 2013 eravamo pronti per iniziare la nostra entusiasmante escursione. L'inizio dell'itinerario attraversa le valli Majelama e Bicchero arrivati alla fine della valle del Bicchero bisogna piegare in direzione Nord-Est. Il primo tratto delle due valli è il più faticoso perché fa acquistare gradatamente quota si parte da circa 1140 m per arrivare a circa 2097 m sulla sella tra il Bicchero e Punta Trento, in circa 7 Km di cammino. Sulle creste, anche se la fatica si fa sentire di meno, i dislivelli sono più accentuati ma in tratti più brevi, perchè il percorso ti obbliga più volte a perdere molta quota per poi riacquistarla sulla vetta successiva. Questo soprattutto fra la Costa Stellata e la Costa della Tavola.
Mentre nel cammino delle valli Majelama e Bicchero lo spettacolo si gusta alzando lo sguardo sulle creste strapiombanti baciate dal sole del mattino e accarezzate dal vento che le spolvera dalla neve, quando si arriva sulla vetta di Punta Trento e si prosegue sulla cresta lo spettacolo si rovescia e si rimane affascinati dal panorama sottostante verso Campo Felice prima e verso i Piani di Pezza poi, e più cammini e ti avventuri in questi luoghi e più ti senti pieno di entusiasmo e appagato da quello che stai facendo.
Percorso abbastanza lungo considerando che siamo in inverno che ci ha comunque permesso di percorrere i 21 Km programmati con un dislivello accumulato di 1450 mt e l'ascesa di sette vette over 2000 nell'ordine Punta Trento, Punte Trieste, Capo di Pezza, Costa Stellata, Costa della Tavola, Cimata della Cerasa e Costone della Cerasa. Alle 15,00 eravamo nella valle del Genzana sulla via del ritorno per arrivare giusto in tempo all'appuntamento con il tramonto.

Commenti

    You can or this trail