La rivoluzione del plogging

Scopri il plogging, un'attività popolare che è incentrata sulla salvaguardia della natura

Autore

Coperchi di plastica raccolti durante il plogging
Coperchi e tappi raccolti durante il plogging - Foto di Plogging RRevolution

Da un paio d'anni a questa parte, abbiamo assistito a una crescita dei rifiuti residui che si accumulano in natura, dalle maree di plastica nel mare alle discariche nei boschi. Invertire questa tendenza non è facile, ma è necessario e, per fortuna, possibile. La diffusione di iniziative per conservare il pianeta è sempre più parte integrante di vari ambiti, tra i quali lo sport. Questa spinta permette di vedere iniziative innovative, come il plogging, che ci permettono di fare sport all'aria aperta mentre ci prendiamo cura dell'ambiente. Un'azione del genere ispira anche gli altri, dato che dimostra come prendersi cura del pianeta sia una nostra responsabilità.  

Che cos’è il plogging? 

Il plogging è un'attività che coniuga lo sport all'aria aperta con la raccolta di rifiuti. In altre parole, consiste nell'approfittare di qualsiasi attività all'aperto, sia in mezzo alla natura che in un ambiente urbano, per raccogliere i rifiuti che si possono trovare lungo la strada.  

La parola plogging unisce la parola svedese "plocka upp", che significa raccogliere, con la parola "jogging", che deriva dall'inglese e indica il correre. Anche se in origine veniva associato alla corsa, il plogging può essere praticato anche durante l'escursionismo, la mountain bike e le immersioni subacquee, e in qualsiasi altro tipo di sport che si possa immaginare. 

Come si pratica?

Per praticare il plogging, oltre all'attrezzatura e al materiale necessario per realizzare lo sport che si intende praticare, si consiglia di portare un paio di guanti protettivi e dei sacchetti per la spazzatura. I guanti garantiranno una maggiore sicurezza e igiene, proteggendo le mani nel caso in cui vi imbattiate in oggetti appuntiti, come vetri rotti. I sacchetti della spazzatura, invece, permetteranno di sistemare i rifiuti che troverete lungo il percorso per riciclarli correttamente in seguito. Se si va in gruppo, ogni tipo di rifiuto può essere classificato e assegnato a ciascuna persona in modo che vetro, plastica, carta, batterie e rifiuti non riciclabili vengano assegnati a una persona specifica.  

Mentre vi godete qualsiasi tipo di sport acquatico, come il nuoto, il kayak, la canoa o il paddle surf, vi consigliamo di portarvi una comoda rete per far passare l'acqua e tenere la spazzatura raccolta al suo interno. Inoltre, la rete assicurerebbe anche che nessun animale rimanga accidentalmente intrappolato, come potrebbe succedere utilizzando un normale sacchetto della spazzatura.

I benefici del plogging 

Percorrendo i tuoi percorsi di plogging, stai aiutando direttamente la natura. Raccogliendo i rifiuti, riduci il livello di inquinamento intorno a te. Per ogni passo, non importa quanto piccolo esso sia, stai facendo la tua parte per proteggere la natura, che andrà ad aggiungersi alle migliaia di passi fatti in tutto il mondo con lo stesso obiettivo. Se tutti approfittassimo dei nostri percorsi all'aperto per raccogliere la spazzatura lungo la strada, cambieremmo in modo significativo lo stato del nostro ambiente in pochissimo tempo.  

Il plogging offre anche benefici fisici. L'azione di chinarsi per raccogliere un oggetto e raddrizzarsi di nuovo è un ottimo modo per rafforzare i glutei e le gambe. Con questo in mente, è possibile aggiungere tutti i tipi di esercizio fisico durante le uscite, così che la parte atletica dell'esperienza sia ancora più completa.  

Allenamento fisico durante una sessione di plogging
Esercizi durante un'uscita di plogging - Foto di Plogging RRevolution

Tutti possono adattare gli esercizi e i percorsi in base alle loro capacità fisiche, il che rende il Tutti possono adattare gli esercizi e i percorsi in base alle loro capacità fisiche, il che rende il plogging adatto a qualsiasi livello, età e forma fisica.  

I primi passi del plogging  

Il plogging è nato in Svezia nel 2016. L'atleta svedese Erik Ahlström è stato il principale promotore di questa iniziativa come un nuovo modo di praticare sport, dopo essersi imbattuto nei rifiuti giorno dopo giorno, durante l'allenamento a Stoccolma. Essendo un organizzatore di questo tipo di eventi all'aperto e condividendo questo sforzo sui social network, il plogging è diventato velocemente virale in tutto il mondo. Il desiderio di Ahlström di creare benessere di fare la cosa giusta si è trasformato da una dimensione individuale a un movimento globale.  

Il boom del plogging  

Attualmente, il movimento globale del plogging riunisce migliaia di persone ed è diventato inarrestabile. È importante aggiungere che ci sono sempre più organizzazioni, gruppi e individui che hanno individuato nel plogging un modo per aggiungere valore ai loro percorsi, all'allenamento quotidiano e anche ai ritrovi. Alcuni dei piaceri più grandi che può dare è la possibilità di iniziare a fare attività fisica all'aperto, diventare parte di una comunità dedicata all'ambiente, mantenere vivo lo spirito di iniziativa e fare un cambiamento verso la sostenibilità.  

Il plogging permette di unire la passione per lo sport con un profondo rispetto per la natura.

L’inizio di una nuova era  

Al momento, la conservazione della biodiversità, l'implementazione delle energie rinnovabili o i cambiamenti nelle abitudini di consumo verso la sostenibilità sono tutti argomenti molto concreti, e la società odierna ne è sempre più consapevole e responsabile. Il contesto odierno favorisce la nascita di nuove iniziative, come il plogging, che adesso è un'attività disponibile su Wikiloc, e nella quale le prossime generazioni giocheranno un ruolo cruciale.  

Il plogging è più di un movimento, rappresenta anche il valore della responsabilità verso la conservazione della natura. Cosa state aspettando? Ora è il momento migliore per provare il plogging

Plogger che raccolgono rifiuti da una spiaggia durante una sessione di plogging
Plogger in azione - Foto di Plogging RRevolution