-
-
2.320 m
1.209 m
0
1,1
2,2
4,34 km

Visto 1161 volte, scaricato 14 volte

vicino Cimbergo, Lombardia (Italia)

Dal parcheggio,seguendo la carrozzabile, in una ventina di minuti si raggiunge la stupenda conca del Volano,di fronte alle guglie del gruppo del Tredenus che chiudono la testata della valle,dove si trova l'ottimo rifugio De Marie -1420mt- . Al rifugio,evidenti tabelle indicano la direzione da seguire per il Pizzo Badile Camuno,per la cui cima viene data una percorrenza di 2.45h-segnavia n.77. Dal rifugio,seguendo le segnalazioni bianco-rosse,ci si dirige in direzione dell'evidente mole del Pizzo Badile, entrando ben presto nel bosco e trovando un sentiero che aumenta via via di pendenza. Dopo aver traversato e riattraversato un torrentello,il sentiero,immerso nella vegetazione,diventa molto ripido ed aspro (segnaletica 2.00h Pizzo Badile),con la presenza di numerosi massi levigati che contribuiscono a rendere la traccia ancor più scivolosa. Dopo circa tre quarti d'ora si incontra una prima lastronata di rocce, abbastanza abbattuta ,che può essere superata si alzandosi prima sulla sinistra e poi traversando a destra che, più direttamente, salendo in linea retta, sfruttando evidenti fessuroni e cornici, con difficoltà di I° grado. Dopo questa lastronata, il sentiero continua sempre ripido e presenta altri tratti con roccette e svariati passaggi scivolosi su terriccio abbastanza esposti, per superare i quali risultano provvidenziali alcune radici di mugo. Dopo alcuni salti rocciosi attrezzati con staffe metalliche si arriva ad un sentiero che traversa in quota fino alla base di una seconda lastra attrezzata con una catena poco invitante, lunga una trentina di metri, appoggiata ma friabile e con appoggi non sempre netti. Superato questo ostacolo, il sentiero si porta su una crestina e subito dopo ci si affaccia, attraverso una forcellina sul versante camuno ,salendo fino ad una sella ,attraverso la quale,con una traversata quasi in piano, si giunge ad un forcellino presso il quale si trova un piccolo bivacco spartano . Questo punto indica l'inizio della Fasa, una sorta di cengia che cinge la cuspide terminale del Pizzo Badile Camuno a circa 2200 metri di quota. Seguendo la cengia -passi esposti anche se facili, attenzione- si arriva ben presto all'attacco della ferrata in circa 2.30h dalla partenza. Attenzione,proseguendo lungo la traccia di sentiero ignorando il cavo della ferrata ci si porta sotto i Denti del Badile in direzione dello spigolo est con passaggi in libera ed obbligatoria di III° superiore. La ferrata segue l'evidente depressione al di sotto della cima e supera un dislivello di circa 200mt. Le attrezzature sono composte dal solo cavo d'acciaio, ma va fatto notare che al momento della redazione -luglio 2012- parecchi ancoraggi risultano divelti o malconci ed il cavo piuttosto lasco. La progressione lungo questo tratto attrezzato risulta facilitato dalla tipologia della roccia stessa e la fune metallica risulta utile generalmente solo come scorrimano oltre che come autoassicurazione. Si sale dapprima in direzione piuttosto lineare, senza particolari difficoltà in quanto la parete è piuttosto appoggiata fino ad un terrazzo detritico ,dal quale si possono apprezzare le sottostanti baite del Volano ,per poi affrontare un paio di saltini ,dopo una piccola serpentina sinistra-destra-sinistra,il cui passaggio finale ha un grado di difficoltà maggiore rispetto alla media del percorso. Dopo una fessura a sinistra si risale una placchetta ben gradinata ,si supera poi un facile salto quasi verticale e si piega a destra verso la base dell'ultimo breve tratto di cavo che segna al fine della ferrata. Dal punto in cui termine il cavo la ferrata si esaurisce, si segue verso sinistra la cresta,abbastanza ampia ,fino alla Madonnina immediatamente prima della vetta vera e propria del Pizzo Badile Camuno a 2435mt,dopo 3.00h dalla partenza.

Commenti

    You can or this trail