Tempo  un'ora 38 minuti

Coordinate 297

Uploaded 22 agosto 2018

Recorded agosto 2018

-
-
2.922 m
1.908 m
0
1,9
3,8
7,55 km

Visto 104 volte, scaricato 11 volte

vicino Bagni, Trentino-Alto Adige (Italia)

Sapendo che sarebbe stato un percorso piuttosto lungo e faticoso abbiamo scelto di arrivare ai Prati di Croda Rossa in funivia partendo da Bagni di Moso in modo da poter evitare circa 2 Km di salita e poi discesa ripidi sul sentiero che passa sotto l'impianto di risalita. Orario della funivia dalle ore 8 la mattina alle ore 17 e 30, costo 15 euro a persona andata e ritorno.
La traccia quindi inizia dai bellissimi Prati di Croda Rossa situati a 1914 metri di altezza mentre la vetta della Croda Rossa che si dovrà raggiungere è di 2936 metri!!.
L'itinerario è lungo e faticoso ma in ambiente molto suggestivo e anche piuttosto frequentato quindi consiglio di essere li la mattina presto.
Dai Prati di Croda Rossa si prende il sentiero numero 100 e in ripida salita si continua sul Coston di di Croda Rossa fino alla ferrata.
L'attacco della ferrata consiste in tre scale metalliche delle quali la prima è la più ripida ed esposta. Finite le scale oltrepassiamo dei ghiaioni e poi delle roccette (cavi) sino ad incontrare una stretta forcella entro la quale c'è da fare qualche contorsione e gioco di gambe. Si procede senza difficoltà su sentiero fino ad un punto in cui ci sono residui in legno della Prima Guerra Mondiale. Si va verso destra anche se la tentazione sarebbe di andare a sinistra perchè il sentiero è più visibile. Qui il sentiero è facile ma abbastanza esposto e in leggera discesa (senza cavi). Poco oltre uno splendido panorama si apre verso Cima Undici e le Tre Cime di Lavaredo mentre di fronte a noi comincia a farsi vedere la sagoma della Croda Rossa.
Si sale una ripida paretina alta circa 25 metri assicurata con cavi che richiede un pò di prudenza vista l’esposizione (punto più impegnativo della ferrata).
Finita la paretina (che comunque ha roccia sempre buona e ricca di appigli) si arriva alla Forcella Alta da dove, in breve, guadagniamo la vetta.
Per la discesa abbiamo optato per l'esatto percorso fatto a ritroso anche se ci sarebbe la possibilità di fare una discesa alternativa dal "Castelliere" che si trova poco prima del punto iniziale della ferrata (poco prima di arrivare alle scale nel senso di discesa ovviamente) ma non so dirvi di più per cui informatevi nel caso.
La ferrata è semplice e adatta anche ai neofiti. I passaggi esposti sono brevi e i tratti attrezzati (per l'esattezza quattro) si alternano a lunghi tratti di sentiero normale.
Siccome l'attacco della ferrata e tutta la prima parte si trova dentro un canalone il segnale gps in quel punto è impazzito facendo delle linee anti estetiche per cui ho dovuto sistemare la traccia in quel punto di conseguenza, e non so come mai, il tempo impiegato risulta di 1 ora e 38 minuti.
Ovviamente non è cosi in quanto per fare questo giro occorrono, compreso le pause foto e pranzo, di circa 7 ore complessive.
Per lo stesso motivo il giro non è stato di 7,5 Km ma di quasi 10.
L'intero giro, considerando impegno fisico e caratteristiche della ferrata, lo reputo di media difficoltà e nello specifico:

- Ferrata = Facile
- Percorso per raggiungere l'attacco della ferrata e tutto il resto del sentiero nei tratti non assicurati = Abbastanza impegnativo (per la fatica fisica)

Ovviamente è una classificazione personale che si riferisce a una persona allenata al trekking.

Commenti

    You can or this trail