• Foto di Passo Sief da Andraz ( Dolomiti)
  • Foto di Passo Sief da Andraz ( Dolomiti)
  • Foto di Passo Sief da Andraz ( Dolomiti)
  • Foto di Passo Sief da Andraz ( Dolomiti)
  • Foto di Passo Sief da Andraz ( Dolomiti)
  • Foto di Passo Sief da Andraz ( Dolomiti)

Tempo  5 ore 22 minuti

Coordinate 1071

Uploaded 31 gennaio 2011

Recorded gennaio 2011

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.294 m
1.746 m
0
2,5
5,0
9,93 km

Visto 5376 volte, scaricato 76 volte

vicino Andraz, Veneto (Italia)

Un bellissimo anello per ciaspe o con gli sci dal Castello di Andraz per il Passo Sief e ritorno per i prati di Gerda. E' una escursione panoramica, facile, lontana da pericolo di slavine e con pendenze moderate, completamente lontana dal chiasso delle piste.
L'escursione ha inizio cinquanta metri prima del Castello di Andraz (noi però causa ghiaccio siamo partiti dalla statale del Passo Falzarego ove si diparte la stradina per il castello) e sale per una stradina con divieto in direzione di un grande masso roccioso. Si prosegue 15 min. sino al bivio di m.1790 dove si prosegue diritti per la pista forestale su neve ben battuta inoltrandoci poi nel bosco sino ai fienili di Ciamp e Federe, quì l'ambiente si apre con un magnifico panorama tutto intorno.
Dinnanzi a noi a sx il M.Piana ed a dx il M. Sief, passati alla storia per i furiosi combattimenti durante il primo conflitto mondiale, ora meta ambita di scialpinisti e turisti. Ancora più a dx il Passo Sief, sella molto larga oltre la quale vi sono i grandi campi innevati del Cherz e Pralongià.Si segue la pista sempre battuta e molto frequentata che ci porterà sulla dorsale in direzione dei Settsass - panorama su gruppo Marmolada, Sella, Puez - sino al capitello ed al ricovero (baracca in legno ) a sud del Piccolo Settsass. (m.2270). Questa baracca in legno di recente costruzione può offrire riparo in caso di maltempo.
Si scende ora nella conca a nord del colle caratterizzato da grandi massi e sfasciumi (fortino in cemento con feritoia per mitraglia della prima guerra) e si cala per un bellissimo avvallamento pratoso (Gerda) che porta giù sino ad un 'Tabià' alla quota di m.2031. Si cala ora verso est per rado bosco e per il plan dalla Ciasatta ci si ricongiunge al percorso, sempre ben battuto, che ci riporta ad Andraz.
Il tratto di Gerda e del Plan dalla Ciasatta è il meno battuto ma è anche il più bello.

Ore 4.30 circa con le ciaspe, un ora di meno con gli sci.
Dislivello complessivo circa 600 mt. Sviluppo circa 9.5 Km
Bivio di stradine forestali
Baracca in legno - buon ricovero
Tabia - può offrire riparo
Raccordo con sentiero principale

1 comment

  • dario.debe 11-gen-2014

    I have followed this trail  View more

    Il ritorno può non essere battuto. In tal caso, se la neve fosse troppo alta, si consiglia di tornare per lo stesso percorso di andata

You can or this trail