Tempo  6 ore 11 minuti

Coordinate 6394

Uploaded 17 marzo 2019

Recorded marzo 2019

-
-
2.939 m
2.540 m
0
4,3
8,6
17,15 km

Visto 43 volte, scaricato 1 volte

vicino San Martino di Castrozza, Trentino-Alto Adige (Italia)

Ciaspolata con l’obiettivo di puntare ai due estremi est dell’Altopiano delle Pale di San Martino, ovvero le Pale dei Balconi verso nord-est e la classicissima Cima della Fradusta a sud-est.
Visto che si parte dal limite ovest (Funivia della Rosetta), ne risulta un triangolo che fa il giro dell’altopiano.
Fra i vertici di questo triangolo ci sono infinite combinazioni di percorso, con l’unico limite del tempo a disposizione in base alle proprie forze e … all’orario di chiusura della funivia.
Anzi, bisogna tener conto anche dell’orario di apertura della funivia, perché oggi ha iniziato le corse mezz’ora dopo l’orario ufficiale per problemi di vento in quota.
Dunque – programmato un itinerario di massima – bisogna poi essere flessibili nell’esecuzione.
OBBLIGATORIA la buona visibilità: tecnicamente è tutto facile, ma con scarsa visibilità può diventare MOLTO-MOLTO complicato in mezzo ai tipici labirintici saliscendi.
L’unico breve tratto impegnativo di poche decine di metri è sulla cresta della Fradusta dal punto di arrivo in cresta verso il cippo di vetta: fra i due punti non c’è di fatto differenza di quota (e neanche di panorama) e fermandosi qualche decina di metri prima non cambia la soddisfazione finale del giro.

PERCORSO DI QUESTA VERSIONE DEL GIRO DELL’ALTOPIANO DELLE PALE DI SAN MARTINO
Solita breve discesetta dalla funivia al Rifugio Rosetta e poi si ciaspola facilmente sul percorso del CAI 707 più o meno fino al bivio con il CAI 709.
Da qui, contrariamente a chi va diretto verso La Fradusta, si continua verso sinistra sul CAI 707 sempre con gli opportuni adattamenti di linea in base allo stato della neve: è la zona della Riviera di Manna.
Si arriva al bivio con il CAI 776 che va verso Campo Boaro scendendo in Val di Gares: se si segue questa direzione, prima di cominciare a scendere decisamente dall’altopiano, si passa appena sotto le elevazioni delle Pale dei Balconi (provenendo dall’altopiano tutte le elevazioni sono di pochi metri di dislivello rispetto al piano di ciaspolata).
Oggi non ho seguito il CAI 776 all’andata, ma ho proseguito oltre il bivio precedente per tagliare un po’ più avanti e passare nei pressi del bordo superiore della Tromba del Miel (sempre a … rispettosa distanza dal punto di caduta del pendio).
Con un’ultima serie di saliscendi si arriva all’ometto di vetta dell’elevazione più a nord-est delle Pale dei Balconi.

Dalle Pale dei Balconi sono tornato seguendo un tratto del CAI 776 e poi ho puntato quasi diritto verso l’evidentissima base della dorsale finale che sale alla Cima della Fradusta.
Dalla Fradusta sono tornato seguendo “quasi” sempre il tragitto normale più frequentato.

IL DISLIVELLO REALE DELL’ESCURSIONE È DI CIRCA 250 MT IN PIÙ DI QUANTO INDICATO NEI DATI DI RIEPILOGO DI WIKILOC.

***

Un altro bel giro con le ciaspole nell’Altopiano delle Pale di San Martino è → Pale di San Martino: La Fradusta, Cima delle Scarpe, Cima di Roda e La Rosetta da stazione a monte Funivie Rosetta.

Commenti

    You can or this trail