Tempo  4 ore 8 minuti

Coordinate 4082

Uploaded 30 gennaio 2018

Recorded gennaio 2018

-
-
2.324 m
1.505 m
0
2,5
5,0
9,93 km

Visto 298 volte, scaricato 8 volte

vicino Tassaineri, Trentino-Alto Adige (Italia)

Escursione molto varia con panorama “a sorpresa” sulla vetta del Sasso Rosso.
Non ci sono tratti scabrosi.
Solo la prima parte di salita dopo il Rifugio Sette Selle è appena un po’ più pendente del resto, ma con NEVE BUONA non crea problemi.
Nelle parti basse vicino al parcheggio la neve non si mantiene a lungo, ma non mancheranno le “soddisfazioni ciaspolatorie” anche se si deve camminare qualche minuto con i ramponcini.
Fino al Rifugio Sette Selle è conosciutissima sia per il tracciato CAI 343 che per l’itinerario che va verso la Miniera dell’Erdemolo.
Oggi ho preferito in andata seguire il CAI 343 per “fare un anello più rotondo”.
Dal Rifugio Sette Selle, come già detto, si piega a destra per salire un largo canale appena un po’ ripido che si immette in un pendio più dolce dove si ciaspola passando in mezzo a grosse pietre, ma trovando facilmente i passaggi in modo intuitivo per non rovinare le ciaspole.
Prima del traverso finale a destra per salire sulla cima del Sasso Rosso si può fare una piccola deviazione a sinistra per vedere la Forcella del Sasso Rotto.
Dalla cima si scende verso ovest puntando direttamente l’evidente elevazione della Croce di Hoamonder che si risale con breve strappetto.
Alla base dello strappetto si gira verso la discesa finale attraverso il Canyon del Prunn.
Questo “Canyon” (definizione un po’ pomposa a mio giudizio) è molto semplice e carino nella parte percorribile fino al salto che si evita risalendo 2/3 metri sulla sinistra.
Da questo punto – seguendo la linea corretta – è tutta facile discesa nel bosco (non troppo fitto) fino alla Miniera dell’Erdemolo.
Poi comodissima stradetta fino al parcheggio.

1 comment

You can or this trail