Tempo  3 ore 33 minuti

Coordinate 3605

Uploaded 17 gennaio 2018

Recorded gennaio 2018

-
-
2.220 m
1.452 m
0
2,3
4,6
9,24 km

Visto 169 volte, scaricato 5 volte

vicino Nolesca, Trentino-Alto Adige (Italia)

Escursione con dislivello non eccessivo, elementare e rilassante fino a Forcelle Folga, e con finale su cresta per raggiungere la meta.
Si può partire anche dai parcheggi nei pressi del Lago di Calaita da dove, in effetti, partono quasi tutti.

Fino all’Agritur Malga Lozen si va su larga strada forestale dove quasi sempre conviene procedere senza ciaspole.
Poi sempre nel bosco fin poco prima di Malga Grugola dove si passa la classica fascia di larici diradati prima di arrivare in campo aperto.
Il vallone di risalita fino a Forcella Folga è bello ampio e dolce fino allo “strappetto” finale.
Dalla zona di uscita dei larici si nota bene sulla sinistra (direzione salita) tutta la cresta finale da percorrere per arrivare al termine del Palone di Folga.
Non ho scritto “vetta” perché il Palone di Folga è un costone che finisce in un punto in cui (dal lato dirupato) assume le “sembianze di una pala”, si raggiunge in saliscendi e il termine è anche un po’ più basso della Forcella Folga.
Tuttavia anche se non è una cima, è un ottimo punto panoramico su Lago di Calaita, Pale di San Martino, Cimonega, Sass de Mura e Vette Feltrine.
Soprattutto – dal mio punto di vista e per i miei gusti – c’è il piacere di percorrere una cresta tutta fattibile con le ciaspole.
La valutazione di difficoltà media dipende dai primi metri di cresta che sono un po’ “aerei” su profilo sottile, ma con attenzione e la giusta tecnica si passa (non per principianti comunque).
Dopo i primi metri la cresta dal lato destro è bella larga e poco inclinata, e si va senza problemi stando solo attenti a non avvicinarsi troppo ad eventuali cornici.

Purtroppo oggi vento sostenuto che non ha permesso di fare tutte le foto che l’ambiente meriterebbe.

Commenti

    You can or this trail