Tempo in movimento  2 ore 29 minuti

Tempo  3 ore 59 minuti

Coordinate 2264

Caricato 5 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
1.794 m
1.370 m
0
3,4
6,8
13,7 km

Visto 530 volte, scaricato 10 volte

vicino Doganaccia, Toscana (Italia)

Bel giro effettuato con le ciaspole. Neve fresca, in parte battuta. Partenza dal parcheggio della Doganaccia, sotto l'arrivo della cabinovia. Imbocchiamo la strada sterrata sulla dx della cabinovia. Per il primo tratto, e lo consiglio, ho utilizzato gli sci di fondo, fino all'arrivo dello skilift a monte della stazione sciistica percorrendo lo stradello di collegamento che normalmente viene battuto dal gatto delle nevi. Da lì ho messo le ciaspole e in pochi minuti sono arrivato al passo della croce Arcana m. 1675 slm. Seguendo il crinale sulla nostra sx (CAI 00) percorriamo monte Il Pizzo, e subito dopo Vista del Paradiso m. 1704 slm, (il nome è tutto un programma...) poi arriviamo ai Balzoni m. 1752 slm. Il percorso è un mangia e bevi, con salite e discese lungo i crinali. La fatica, ma poi non tanta, è ripagata da panorami da cartolina che spaziano a 360 gradi. A questo punto arriviamo in discesa al Colle Acquamarcia m. 1631 slm. Di fronte si staglia la mole della Cima Tauffi m. 1799 slm. Noi prendiamo a dx un sentiero, direi quasi in picchiata, per Il Piaggione m.1500 slm prima e Seinaldo m.1509 slm poi (Cai 417). Con le ciaspole ho surfato per arrivare alla strada forestale. Meno male che dal sentiero erano passate due persone prima di me. Nonostante ciò in molti punti sono sprofondato fino all'inguine. Arrivati, (direi finalmente) sulla strada forestale ho preso a dx (CAI 445) che comodamente, e ci voleva, conduce al Rifugio Capanno Tassoni m. 1317 slm. Da qui il percorso inizia a risalire. Chi ha ancora energie può tagliare dal sentiero (CAI 415), chi invece vuole prendersela comodamente può seguire la strada forestale, più lunga ma con pendenze non impegnative. Arrivati a Pian del Butale, bello spiazzo in mezzo ai boschi, non siamo molto lontani dal crinale. Gli alberi cedono il posto alla radura e ancora un piccolo sforzo... siamo al Passo della Croce Arcana. Da qui, ripresi gli sci, diventa una pacchia. In pochi minuti arriviamo alla Doganaccia e concludiamo l'anello del giorno. Buon divertimento...e ricordatevi:
sempre meglio un'ora nella natura che dieci in palestra.

2 commenti

  • giomountain 10-feb-2018

    Grazie per la descrizione di questo bellissimo percorso che valorizza sia gli sci di fondo sia le ciaspole.

  • Foto di Mickey71

    Mickey71 10-feb-2018

    Grazie

You can or this trail