Tempo  9 ore 9 minuti

Coordinate 2059

Caricato 17 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

-
-
1.813 m
1.395 m
0
4,6
9,3
18,56 km

Visto 626 volte, scaricato 23 volte

vicino Campo Staffi, Lazio (Italia)

Ancora una volta sui Simbruini e questa volta per ripercorrere un tragitto fatto nel giugno dello scorso anno in condizioni decisamente diverse, visto che questa volta in molti tratti c’era un metro abbondante di neve fresca. La partenza è stata da Campo Staffi, inizialmente sul sentiero della pista di fondo, che arriva all’attacco della seggiovia del Ceraso, e si inerpica verso Serra San Michele correndo sul confine tra Lazio ed Abruzzo fino ad arrivare alla deviazione che scende per il Vallone delle Monache fino ad incrociare il sentiero dei Tre Valloni prima e quindi porta rapidamente alla Chiesetta degli Alpini sui Piani della Renga. Dopo la dovuta pausa per colazione, oltre che per fare il punto e fotografare chiesa e croce in ferro, abbiamo ripreso la marcia attraverso il Piano in direzione di Valle Nava e quindi di Cesavolpe con i loro rifugi e fontanili. Caratteristico il doppio fontanile nei pressi del rifugio di Cesavolpe. Ricca bevuta di acqua a dir poco gelida e di nuovo in marcia per la lunga salita del sentiero che conduce a Camporotondo che abbiamo lasciato per salire (incrociando il sentiero Europa 1) verso Fonte Ceria e quindi alla Piana di Campitelli da dove siamo tornati indietro verso la Dolina di Santa Maria, dove eravamo già passati nella mattina per fotografare la stazione termometrica remota installata dall’associazione Aquila Caput Frigoris alla ricerca del punto dell’Appennino dove il termometro scende sotto i 40 gradi. Pausa pranzo e ripartenza per il classico sentiero che ci ha rapidamente riportato a Campo Staffi. Giornata calda e soleggiata, almeno fino alle 14, con ottima visibilità che ci ha permesso da una spianata sopra Serra San Michele, appena una ventina di metri fuori percorso dove non eravamo mai stati, di ammirare a 360 gradi tutte le montagne dei dintorni, dal Cotento a Tarino e Tarinello, colle della Tagliata con il sottostante Santuario della Santissima Trinità, fino al vicinissimo Velino (sembrava quasi di toccarlo). Inutile dire che consiglio vivamente a tutti di fare questa esperienza, con o senza neve.
Come da un po' di tempo a questa parte, ho inserito nei waypoints la quota slm e l'ora di arrivo. Questo può dare un'idea dei tempi di percorrenza e quindi delle relative difficoltà nelle condizioni meteorologiche nel giorno in questione.
E' da tener presente che i tempi sono comprensivi di pause per ammirare i panorami, fare foto, colazioni, pranzi etc...
Senza trascurare che io non sono un corridore. Vado pianooo...

2018-02-17 16:50:43

Statistiche calcolate sui dati importati

sabato 17 febbraio 2018 7.41 CET
Distanza: 18,5 km
Durata: 9 ore, 9 minuti e 8 secondi
Velocità media: 2,0 km/h
Altezza minima: 1395 m
Altezza massima: 1813 m
Salita accumulata: 717 m
Stazione meteo AQ Caput Frigoris
Piana di Campitelli
Croce
001 Partenza
003 Punto panoramico Monna Crastatara
004 Acero secolare
005 Dolina Santa Maria
006 Bivio
007 Chiesetta degli Alpini
008 Rifugio Valle Nava
009 Rifugio Cesa Volpe
010 Incrocio Camporotondo-Renga-Fonte Ceria/Campitelli/Ceraso
011 Fonte Ceria
013 dopo pranzo
014 Bivio Staffi
015 Segnaletica
016 Arrivo

Commenti

    You can or this trail