Tempo in movimento  2 ore 14 minuti

Tempo  3 ore 57 minuti

Coordinate 1752

Uploaded 4 febbraio 2019

Recorded febbraio 2019

-
-
1.556 m
1.074 m
0
2,5
5,0
10,01 km

Visto 47 volte, scaricato 1 volte

vicino Spignana, Toscana (Italia)

Partenza dalla località Butale. Si raggiunge da San Marcello, indicazioni Spignana e poi appena giunti in paese imbocchiamo la deviazione a dx con indicazioni Butale.
Ci prepariamo, alle otto siamo in partenza. Ci accoglie un vento forte e un nevischio fastidioso. Inizialmente solo poca neve che però salendo imbianca bene il paesaggio. La superficie è compatta e permette di procedere senza ciaspole. Il vento la fa da padrone e ci accompagna per tutti i crinali, così come la neve che viene trasportata veloce. Alcune raffiche sono talmente forti che ci spostano lateralmente, bisogna procedere con un assetto antivento! Le parti sottovento ci regalano momenti di relax. Riusciamo a fare delle foto e ammirare il paesaggio. Purtroppo la giornata non è delle migliori, e il panorama è coperto dalle nubi basse. In lontananza vediamo il bivacco delle Roncole e dietro, nascosto da neve e nubi, il Cornaccio nella sua maestosità. Arrivati al bivacco il tempo migliora un po' e allora decido di continuare almeno fino al termine del bosco. Nel frattempo abbiamo messo le ciaspole. Il sole fa capolino e ci regala splendide cartoline invernali. Siamo ormai alla fine del bosco, i faggi si fanno bassi e contorti. Ed ecco la prateria ricoperta di neve che si apre davanti a noi.E' sferzata da venti che fanno scorrere la neve farinosa, come un velo, sopra il tappeto bianco. Stupendo. Proseguiamo per qualche centinaio di metri fino a quando la visibilità diventa praticamente nulla. E allora con dispiacere decidiamo di prendere la via del ritorno. Circa due chilometri e lo Scaffaiolo avrebbe fatto capolino dopo il crinale. Peccato, sarà per la prossima volta. Al ritorno ci soffermiamo a visitare il bivacco Le Roncole e con piacere scopro che la stanza sempre aperta accoglie una stufa a legna, ed è ben tenuto. Complimenti a chi ha permesso ciò.
Mi raccomando, il periodo invernale esalta la natura, tingendo tutto di bianco e dando un tocco di magia, ma fate attenzione nel preparare bene l'escursioni. Consultate le previsioni meteo, la situazione valanghe (Meteomont), controllate lo sviluppo del percorso su una buona mappa e attenzione al ghiaccio (meglio avere sempre i ramponi con sé, non si sa mai). Non sopravvalutare mai le proprie capacità, e portarsi sempre un buon equipaggiamento.
Buona passeggiata. E come sempre vi ricordo:
Meglio un'ora nella natura, che dieci in palestra.
Alla prossima.
Le pendici del Cornaccio.

Commenti

    You can or this trail