Tempo in movimento  2 ore 27 minuti

Tempo  3 ore 6 minuti

Coordinate 2166

Caricato 1 dicembre 2019

Recorded dicembre 2019

-
-
877 m
274 m
0
3,2
6,4
12,89 km

Visto 11 volte, scaricato 0 volte

vicino Villacidro, Sardegna (Italia)

Ascesa verso Genna'e Cannas e Cuccuru Frissa (senza i single di discesa) con deviazione verso la Diga del Coxinas. Il percorso ricalca la prima parte dei percorsi di Freemax e Andreapirroni, con meta il single "Narti".
Al solito, la batteria mi ha abbandonato in mezzo alla discesa, ma il rientro è stato effettuato sulla via dell'andata. Senza "navigatore", qualche problema in paese per ritrovare la macchina....
Il percorso lo ho iniziato da "Sa Cruxi de Lacqueddas"; consiglio di muoversi all'inteterno del paese (Via Convento, Via Cuccureddu, Via Carmine e Via Castangias), per evitare il percorso con i gradoni in cemento. Altrimenti scendiamo verso la strada percorsa per arrivare in paese e alla prima curva prendiamo lo sterrato sulla sinistra e risaliamo lungo il belvedere della pineta. Sali scendi con qualche (breve) pendenza, fino ad arrivare alla strada in cemento con gradoni, che seguiamo (non in sella) per qualche metro, fino ad arrivare ad una "uscita" sul paese (Via della Libertà), che prendiamo per poi proseguire sulla destra in Via del Carmine. Al bivio saliamo sulla sinistra per poi girare quasi subito nello sterrato che sale a destra, (quasi un single) che ci riporta fino alla strada asfaltata di Castangias, dalla quale parte il vero percorso. Al primo incrocio giriamo a sinistra verso "Castangias" e proseguiamo sulla strada asfaltata fino alla diga di Coxinas.
La salita è molto ripida (arriva fino al 10 %) ma comunque pedalabile per la maggior parte dei bikers. Dopo circa 2,3 Km (5,3 Km in totale) arriviamo al falsopiano. Sulla destra la discesa verso la diga, sulla sinistra prosegue il sentiero. Deviazione, quindi verso la diga, che si raggiunge dopo circa 1 Km (si potrebbe scendere ancora un poco, ma lascio perdere...). Fatte le foto di rito si risale e, quindi, si prosegue nel falso piano. Fatto circa 1 altro km o poco più si raggiunge un punto panoramico sul Rio Coxinas e su Monte Margiani (se si riuscisse a vedere). Dopo un altro Km inizia la salita, prima blanda, fino alla "casetta rifugio Cantina Coxinas" poi sempre più ripida nel sottobosco. A circa 1 km dalla fine troviamo quindi un bivio sulla destra che prenderemo. Da questo punto in poi la salita si fa dura e solo i più bravi (ma neanche quelli) riusciranno a farla in sella. Per quanto mi riguarda, poca sella e molto a piedi.... per fortuna dura poco. Arrivati in cima, si ammira il panorama (vedi foto) e dopo un frugale pasto ci si copre per affrontare la discesa.
Avvrei voluto fare il single "Narti", ma non si vedeva neanche il sentiero. Con qualche difficoltà ho ritrovato il sentiero dell'andata e imboccato la veloce discesa: non proprio un single, ma comunque molto ripida ed in alcuni passaggi pericolosa.
Bel percorso, da riprovare con il single finale.
Buone ruote
parcheggio

Partenza

Religinė architektūra

Sa Cruxi de Lacqueddas

Intersezione

Girare tutto a destra

Quasi un'inversione a "U"
fotografia

Foto

panoramica

Sentiero

panoramica

Gradoni

Intersezione

Via della Libertà

Intersezione

Inizio sterrato

Intersezione

Girare a destra

Intersezione

Fine sterrato - Girare a sinistra

Intersezione

Strada per 'Castangias' - Girare a sinistra

Quasi un'inversione a "U"
Waypoint

Inizio salita (100 m)

Dietro la curva inizia la salita con forte pendenza
panoramica

Fine salita (quasi)

Ancora due curve...
Intersezione

Bivio per la Diga

panoramica

Panorama

Lago

Diga del Coxinas

panoramica

Punto panoramico sul Rio Coxinas

Waypoint

Fine falsopiano (ancora blanda)

rifugio non gestito

Cantina Coxinas

Intersezione

Tenere la sinistra

Attenziane a non andare dritti
albero

Verso la meta

picco

Genn'e Cannas

Commenti

    You can or this trail