Coordinate 8096

Caricato 25 settembre 2018

Recorded settembre 2018

-
-
1.716 m
448 m
0
9,0
18
35,95 km

Visto 776 volte, scaricato 25 volte

vicino Caramanico Terme, Abruzzo (Italia)

Dopo 2 ore e mezzo e 210 km siamo arrivati a Caramanico Terme, prima un caffe al paese poi siamo andati a parcheggiare vicino l ENI dove c'è un bel parcheggio e ovviamente si parte subito in salita, dapprima una normale carrareccia con fondo battutto ci accompagnerà fino al museo dei Tolos fortunatamente trovato aperto, (entrata free) da qui in poi la salita si fa piu dura in quanto piu ripida, fondo smosso e pietre, che ci farà sudare non poco, arrivati al bivio dell eremo di S Giovanni, un divertentissimo single track ci porterà a 200 mt dall eremo,(fare attenzione nello scendere evitare di lasciare i segni nel terreno delle ruote, le guardie forestali frequentano il posto, vedete se incontrate qualche jeep parcheggiata, sentiero vietato alle bici)cmq tolto i perni alle ruote e i garmin ,abbiamo continuato a piedi , arrivati all eremo quello che doveva essere una normale "strisciata" sotto la roccia è invece una vera e propia impresa, in quanto si striscia su 50 cm di roccia liscia come il vetro per i frequenti passaggi e senza un minimo di appiglio, anche se il terreno sotto sta a 4 mt, quello che vedrete nello stare strisciando è uno strapiombo verso il vuoto, arrivati all angolo c'e una strettoia , si esce fuori con il corpo di qualche mm e usciti indenni entreremo nelle tre stanze , quello che si para davanti ai nostri occhi è qualcosa di particolare, è stato tutto ricavato scalpellando la roccia, altare, nicchie un sistema idrico per la raccolta dell acqua piovana , una vera impresa ......come quella che ho fatto nel tornare indietro, perche la strettoia ha una curva di 45°gradi e non si vede a cosa si và incontro,solo il vuoto….cmq mi sono fatto coraggio e sono uscito (Vi confesso che per un attimo ho pensato di essere il nuovo eremita 😅😅😅) non andate se soffrite di vertigini, rischiate di rimanere li.
Fatta la visita ,la risalita e avvenuta tutta a spalla o spinta fino quasi alla carrareccia, arrivati alla Piana Grande( km 19,1), si prende il bivio per il Sentiero dello Spirito è la salita diventa per pochi ,un sentiero abbastanza ripido di circa 500 mt, fatti gli ultimi mt comincia la discesa, prima parte molto lineare poi a mezzacosta del Blockhaus, cominciano in tornanti per circa 2 km (seguire i segni Cai) fino al bivio dell eremo di S Onofrio , qui altro portage (Si è evitato di proseguire in quanto la strada sotto è franata)e dei continui saliscendi ci condurranno fino a valle, per effettuare poi l ultimo portage di circa 120 mt,arrivando nel bel mezzo della riserva del corpo forestale km 31,5.
Allora io non lo sapevo che i sentieri erano vietati alle bici, in quanto scaricato e non avevano scritto nulla in merito, cmq, al km 30,8 per evitare noie,conviene andare dritti fino sotto il ponte per poi risalire
P.S. Non è detto che non trovate nessuno li
Resoconto: Bellissimo ,ma il sudore che lascerete per strada non sarà poco anche nello scendere, perche di rilanci ce ne sono, si accumulano quasi 300 mt di ascesa, andare solo se si è consapevoli di quello che andate a fare, giro prettamente AM
Ascesa effettiva 1700 mt
Acqua, fino al km 15 fontane ci sono, consiglio cmq di portare 1,5 litri di acqua
ATTENZIONE: E' UN BELLISSIMO GIRO, PERO' I SENTIERI SONO VIETATI ALLE BICI, HO INCONTRATO UN CARABINIERE (EX FORESTALE) ALL EREMO DI S.GIOVANNI E MI HA DETTO COSI! QUINDI SE ANDATE, LO FATE A VOSTRO RISCHIO! ADDIRITURA FACENDO QUESTO GIRO AL KM 31,5 SI VA' DRITTI NELLA TANA DEL LUPO, CIOE' DAVANTI IL CORPO FORESTALE.

Commenti

    You can or this trail