Scarica

Distanza

94,43 km

Dislivello positivo

3.222 m

Difficoltà tecnica

Difficile

Dislivello negativo

3.179 m

Altitudine massima

2.496 m

Trailrank

38

Altitudine minima

976 m

Tipo di percorso

Solo andata
  • Foto di Val Ferret e Val Veny con E BIKE
  • Foto di Val Ferret e Val Veny con E BIKE
  • Foto di Val Ferret e Val Veny con E BIKE
  • Foto di Val Ferret e Val Veny con E BIKE
  • Foto di Val Ferret e Val Veny con E BIKE
  • Foto di Val Ferret e Val Veny con E BIKE

Tempo

un giorno 7 ore 18 minuti

Coordinate

5314

Caricato

2 agosto 2020

Registrato

luglio 2020

Rilevamento in Diretta

Condividi la tua posizione con amici e familiari durante un'attività.

Passa a Wikiloc Premium Passa a Premium per rimuovere gli annunci
Rilevamento in Diretta Rilevamento in Diretta
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
2.496 m
976 m
94,43 km

Visualizzato 1638 volte, scaricato 18 volte

vicino a Courmayeur, Valle d’Aosta (Italia)

Straordinario percorso di due giorni al cospetto del Monte Bianco. Siamo partiti da Courmayeur con tre ebike alla volta di la Thuille. Lasciata la nota località ci siamo addentrati lungo il maestoso e lunghissimo vallone di Chavanne. Siamo arrivati all'omonimo colle con le batterie quasi scariche nonostante avessimo usato sempre la batteria in modalità Eco. Dal colle, discesa a mano su un esile e rischioso sentiero. Attenzione prestare la massima attenzione!!! Quando finalmente il sentiero ritorna pedalabile purtroppo bisogna scendere spesso per superare le numerose pietre affilate che fanno da scolo per l'acqua (una foratura ce la siamo fatta!!). Poi il sentiero raggiunge il corso del fiume e ci si ritrova a pedalare in un piccolo paradiso sulla terra. Tappa finale al Rifugio Elisabetta Soldini dove abbiamo pernottato e ricaricato le bici (con ottima cena annessa!!). La mattina seguente rapida folle discesa su sterrato e asfalto fino a Courmayeur dove poi abbiamo ripreso la salita lungo l'affollatissima strada della Val Ferrè. Abbiamo fatto una simpatica deviazione che ci ha permesso di percorrere un divertentissimo sentiero per poi ritornare sulla strada principale fino alla località Arnouva dove abbiamo attaccato lo sterrato che ci ha portati al rifugio Elena. Dopo una breve pausa abbiamo preso il piccolo single track dietro al rifugio dove alternando tratti a spinta a tratti pedalabili su sentiero bellissimo e scorrevole, siamo tornati alla carrozzabile dell'andata. Da qui abbiamo proseguito su asfalto fino a metà valle dove abbiamo preso il sentiero per il Rifugio Bonatti. Salita durissima su fondo sconnesso e pendenze pazzesche. Alcuni tratti erano impossibili anche in modalità turbo, ma alla fine con un po' di spinta ed un po' di pedalate siamo arrivati al rifugio dove abbiamo pranzato. Per l'ultima parte abbiamo percorso l'incredibile single track a mezza costa fino al Rifugio Bertone. Questo tratto è in assoluto il più bello sia dal punto di vista tecnico che paesaggistico. Purtroppo o per fortuna ci sono molti escursionisti, che però ci hanno sempre lasciato strada anche incitandoci in maniera simpatica. Noi abbiamo sempre ringraziato e ovviamente rallentato. Arrivati al Bertone siamo poi tornati di un paio di km indietro perchè ci è stato sconsigliato il sentiero normale verso Courmayeur. Ne abbiamo fatto uno molto agevole che in breve tempo ci ha riportati in paese.
Considerazioni finali: l'itinerario è molto vario e dal punto di vista dei paesaggi è indescrivibile. Purtroppo in molti posti non si pedala molto bene, i sentieri non sono molto curati, ma rimane sempre un'esperienza unica da vivere nella meravigliosa cornice del Monte Bianco.

Commenti

    Puoi o a questo percorso