• Foto di Umbria Todi Monte Martano ascesa da Montecerreto
  • Foto di Umbria Todi Monte Martano ascesa da Montecerreto
  • Foto di Umbria Todi Monte Martano ascesa da Montecerreto
  • Foto di Umbria Todi Monte Martano ascesa da Montecerreto
  • Foto di Umbria Todi Monte Martano ascesa da Montecerreto
  • Foto di Umbria Todi Monte Martano ascesa da Montecerreto

Tempo  2 ore 37 minuti

Coordinate 7221

Uploaded 11 marzo 2015

Recorded marzo 2015

-
-
1.144 m
448 m
0
6,3
13
25,21 km

Visto 1150 volte, scaricato 20 volte

vicino Montecchio, Umbria (Italia)

Ascesa del Monte Martano con partenza dal Cimitero di Montecerreto passando per il borgo di Castagnola, e arrivando sino ai ripetitori in vetta, la discesa fatta passando per la bianca corta di Viepri, per poi tornare al Cimitero di partenza, si parte da 448Mt SLM e si arriva alla vetta dopo circa 13 Km a 1144 Mt, per poi ritornare a valle con una bella discesa.
Si toccano i comuni di Giano dell'Umbria e di Massa Martana
L'asceda di 757 Mt si può dividele in 4 step
Il primo va dal cimitero al borgo di Castagnola:
Si sviluppa per circa 2600Mt tra uliveti, si prendono 93 Mt di quota a una pendenza media del 8.3% serve per scaldarsi e per rompere il fiato i primi 600 mt sono in discesa prima della salita verso il Borgo di Castagnola (e il primo ed IN INVERNO ULTIMO punto sicuro dove si può fare il pieno di acqua)
Il secondo da Castagnola al bivio che si trova affianco il parco Frigolandia:
Si snoda per 3260Mt sempre tra uliveti e sale per 109 Mt con una media del 8.2%, bello tranquillo e rilassante, si vede dall'alto la chiesa il paese e il lago di Castagnola, Giano dell'Umbria si passa affianco a piccole ville (attenzione a qualche cane un pò troppo zelante nel proteggere il suo territorio)
Il terzo va da Frigolandia al l'incrocio della strada bianca che faremo per rientrate:
Siamo a quota 600Mt SLM , la tratta di 3740 Mt è la più impegnativa, sale di 335 Mt con media a gradoni del 10.8%, ma presenta 2 tratti molto duri, il primo un muro di 400Mt al 16.1% subito dopo il ristorante, e un secondo tratto che fa veramente male di 1500 Mt all'altezza del tornante a quota 800Mt SLM che arriva la 22.7% (vedi foto)!!! Questo tratto ci porta sino a quota 900Mt SLM dove finisce la linea alberi e si incrocia il bivio per la bianca che in seguito percorreremo in discesa
Dal parco giochi si vede per la prima volta il nostro punto di arrivo in vetta (vedi foto) e i panorami si aprono sull'umbria mostrandone una buona sezione, dal secondo tornante si vede la catena del monte Subasio
In estate il parco giochi Iceland e il ristorante sono aperti, quindi si ha la possibilità di ristorarsi, in inverno è tutto un deserto....
il quarto dall'incrocio della bianca sino ai ripetitori in vetta:
Ci siamo ultima tratta di 3320Mt che ci porta in vetta da quota 900 a 1144 sono 244 Mt che si fanno con una media del 10.4%, tratta più dolce della precedenta sale costante senza strappi, in inverno la temperatura scende di colpo si può trovare la neve bordostrada e se si è partiti da valle con 10°C quà si sta già intorno lo 0.... la vegetazione arborea sparisce e si pedala al vento quasi costante della zona, ormai le antenne sono il riferimento visivo dominante, il panorama della valle è mozzafiato.... attenzione in estate agli animali al pascolo libero
si arriva prima al rifugio che potrebbe essere sia aperto che chiuso in inverno e sicuramente aperto in estate per poi intraprendere l'ultimo sforzo su strada bianca per arrivare sulla vetta al ripetitore militare 1144 Mt SLM (zona interdetta da limite invalicabile), dove sicuramente verrete accolti da un enorme e LIBERO cane "dantesco" parecchio arrabbiato..... occhio!!! io lo "tranquillizzo" con mezza barretta....
Personalmente perdo qualche minuto a quardare il mondo mangiando e bevendo seduto comodamente sull'erba, ma se volete la vita comoda ci sono panchine e tavolini, ma in estate anche troppo affollati....
Poi la discesa sterrata che va dalla vetta sino a riprendere l'asfalto prima di Viepri :
Si riparte per la parte divertente... PRIMA però bisogna ricordarsi di coprirsi bene.... in 7140Mt di percorso si perdono 600 Mt di quota ad una media del -12% e con picchi a -22%, i primi 3300mt sono la ripetizione dell'ascesa poi si devia sulla bianca.
la bianca è su fondo duro compatto ma con pietre affilate, profondamente segnata dall'acqua, si prendono velocità considerevoli e i freni da XC rischiano di soffrire, attenzione ai prini 2 tornati MOLTO pericolosi, coperti e ciechi, senza protezioni e con dirupi netti di oltr 50 mt.... possono se presi male rovinare drammaticamente una bella uscita!! nella tratta bianca non c'è copertura GSM!! in inverno SICURAMENTE si trova neve e ghiaccio!!!
Se per qualche motivo la strada fosse oltremodo impraticabile potete tornare a valle seguendo tutto il percorso dell'ascesa.....
e infine il tratto che ci riporta al cimitero:
5018 mt di asfalto che fanno bene alle gambe come defaticamento alla discesa bianca e per scaricare un pò di adrenalina, è un fasopiano/pianura si perdono circa 140Mt e si rientra al cimitero


bel percorso ascesa dura ma pedalabile con il proprio passo da tutti con una VAM da 600Mt/H si arriva in vetta in poco più di 70 minuti si sale sempre con il 44 e il 32 tranne a quota 800 dove i meno allenati butteranno giù il 22 chi dotato di monocorona se non allenato si prepari a spingere a mano almeno 2Km, la sterrata vale e il panorama sull' Umbria a 360 gradi è spettacolare, partire vestiti a "cipolla" perdere 10 gradi di temperatura durante l'ascesa è normale, in estate si gode, in inverno in vetta fa freddo!!!! occhio a neve e ghiaccio.
in estate nessun problema di acqua e cibo, ma in inverno consiglio di partire con scorta di liquidi e barrette
sconsiglio l'uso di gomme ultraleggere o semislick specie in inverno!!! personalmente vado su con una X-king 2.4 anteriore e una Race King 2.2 posteriore che comunque con neve e ghiaccio vanno in crisi

Ottima salita per le SFR specie nella seconda tratta da Castagnola a Frigolandia

Se affrontata dopo Km nelle gambe diventa da MEDIA a DIFFICILE o anche IMPEGNATIVA volendo dalla vetta si va a Massa Martana e si ritorna a Todi passando per Selvarelle


Cordialità e Buon divertimento

Se volete pedalare con me la mail è in chiaro

Commenti

    You can or this trail