-
-
1.702 m
786 m
0
17
33
66,38 km

Visto 395 volte, scaricato 8 volte

vicino Dosso, Veneto (Italia)

Percorso impegnativo per la lunghezza del tracciato.

Il giro ad anello parte da Asiago (o Gallio), io sono partito e tornato a Tresché Conca seguendo la strada del trenino, per non sovrapporre la traccia ho fermato la registrazione una volta arrivato ad Asiago.

Una volta arrivati ad Asiago si prende per l'aereoporto o il monte Zebio e si imbocca la strada che sale allo Zebio fino ad arrivare ad una casa colonica dove la strada si fa sterrata. Oltrepassata la colonia e un paio di tornanti si prende una strada sterrata a destra e si scende perdendo una cinquantina di metri di quota. Trovata un'indicazione del "percorso didattivo della Val di Nos" seguitela voltando a sinistra e proseguite diritto (senza più seguire il percorso didattico) fino ad incontrare la strada (sempre sterrata) che sale da Gallio.
Siete ora nella Val di Nos, la strada che la percorre è costantemente diritta con pendenza che sale mano a mano che si procedere.
Arrivati ad un incrocio proseguite dritto verso malga Busette, una volta arrivatici proseguite ancora dritto.
Dopo malga Busette c'è l'unico punto del percorso dove ho dovuto spingere la bici per 200 metri, magari vuoi riuscite a restare in sella.
Arrivati a malga Bosco secco il sentiero diventa strada e la pendenza cala. Siete ormai arrivati al punto più alto del tracciato.
Troverete un bivio, imperterriti proseguite dritto fino al bivio successivo in cui incontrerete un cartello che indica di voltare a sinistra per il piazzale della Saline.
Siete in cima il piazzale è a 200 metri da lì, se volete andarci, giusto per dire di esserci arrivati, troverete un altro bivio e forse qualche macchina parcheggiata.
Io ho preso a destra. Dopo e dopo un breve tratto di piano inzia la discesa che inizialmente è su asfalto.
Arrivati ad uno slago troverete un cartello con le indicazioni per i "Castelloni di San Marco", uscite dalla strada asfaltata e prendere una strada sterrata pianeggiante. Proseguite ora in discesa fino a malga Scura e quindi al rifugio Barricata.

Per tornare ad Asiago, o Gallio, ci sono così tante strade che c'è l'imbarazzo della scelta.
Io avevo curiosità di vedere un posto nuovo sotto Foza per cui ho deciso di scendere seguendo la strada principale asfaltata, quindi albergo Marcesina, malga Ronchetta, Lazzaretti, Foza, Stona, qui ho voltato a sinistra e preso una strada asfaltata che scende per tornanti molto ravvicinati. Arrivati alla contrada di Valpiana si prende a sinistra e si prosegue nella discesa fino al termine della strada (Tessar di sotto). Qui parte uno sterrato, inizialmente ancora in discesa, poi in leggera salita, fino a sbucare al ponte di Stoccaredo.
Ancora circa un chilometro di asfalto fino ad imboccare la strada della valle dei Mulini, Valderonchi e poi Gallio. Arrivo ad Asiago percorrendo la via principale.
  • Foto di Malga Bosco secco
  • Foto di Malga Bosco secco
  • Foto di Chiesa di Tresché Conca

Commenti

    You can or this trail