Tempo  5 ore 34 minuti

Coordinate 4001

Caricato 2 giugno 2018

Recorded giugno 2018

-
-
403 m
211 m
0
17
34
67,02 km

Visto 239 volte, scaricato 7 volte

vicino Tradate, Lombardia (Italia)

L'idea era quella di seguire alcuni sentieri all'interno della Pinetina (per circa 25 Km) e successivamente scendere a sud lungo il fiume Olona fino ad intercettare il canale Villoresi e proseguire verso casa,...un giretto di circa 85 Km che sulla carta avrebbe dovuto essere abbastanza interessante.
Purtroppo non sempre si riesce a rispettare quanto pianificato sebbene si cerchi di prevedere ogni eventuale "sorpresa".
La mattinata infatti non è cominciata nel migliore dei modi,...un problema con un treno (a proposito approfitto per informare che con 3€ si può trasportare la propria bicicletta all'interno del territorio lombardo per tutto il giorno,...questa è una possibilità che sfrutto spesso perchè con pochi euro mi permette di raggiungere mete che altrimenti risulterebbero troppo distanti da casa e quindi impossibili da coprire in giornata) ci ha fatto slittare di circa 1h30' l'inizio della pedalata.
Non sarebbe stato un grosso problema se non fosse per il fatto che dopo aver pedalato per circa 4 Km su un terreno a dir poco impervio, ci siamo resi conto che la traccia (scaricata da questo sito) ci stava conducendo nel nulla, ... forse nemmeno Indiana Jones sarebbe riuscito a passare... pertanto siamo stati costretti a rinunciare e visto che avevamo già perso troppo tempo non è stato possibile tentare altri sentieri (che sicuramente erano nei dintorni) per verificare se fossero praticabili.
Come si può vedere dalla traccia siamo tornati sulle nostre pedalate e abbiamo completamente evitato la Pinetina andando ad intercettare la ciclabile del fiume Olona,... anche quì qualche sorpresa non è mancata ma comunque quando ci si trova su strada una variante è sempre a portata di mano al massimo si deve patire la scocciatura di fermarsi per capire il percorso da seguire per riprendere la traccia più avanti ma niente a che vedere con quando ci si trova nel bosco in mezzo al nulla.
In verità non volevo nemmeno caricare questo percorso visto com'è andata, ma ho deciso che può essere di stimolo per dare alcuni consigli per evitare ad altri di trovarsi in una situazione del genere.
A ben guardare ci è andata anche bene perchè il problema si è presentato quasi subito, ... si fosse presentato dopo 10/15Km sarebbe stato certamente molto peggio.
Alla luce di questa esperienza mi viene da consigliare di evitare di scaricare tracce da utenti che si limitano a caricare i percorsi senza un minimo di spiegazioni e foto che possano aiutare a capire i luoghi in cui ci si troverà, ma altrettanto importante è verificare non solo quando la traccia è stata caricata (Voce Uploaded) ...che potrebbe anche essere avvenuto di recente, ma fare attenzione a quando è stata registrata (Voce Recorded).
E' chiaro che una traccia registrata 4/5 anni fa anche se caricata il mese scorso, se non supportata da una recensione completa, non può essere affidabile e potrebbe metterci in difficoltà.

Waypoint

drinking water

Waypoint

stop Tradate

stop Tradate Tradate, Varese, ITA

2 commenti

  • Foto di gbal

    gbal 9-giu-2018

    Forse non era il giro previsto ma ne siete usciti comunque bene. Sono d'accordo con te sul fatto di non prendere tracce "alla cieca". Io scarto a priori di leggere/esaminare relazioni che non abbiano un minimo di dati, di fotografie e di descrizione; purtroppo i più prendono Wikiloc, GPSies e altri siti semplicemente come un deposito delle loro tracce e non per dare consigli agli utenti sui loro percorsi.
    Anche io approfitto, quando posso, della bella offerta 3€/giorno per la bicicletta e uso più volentieri il treno che l'auto per andare fuori zona; peccato che ti senti un po' impacciato sulla piattaforma temendo sempre di disturbare chi scende e chi sale.
    Sempre in tema di consigli volevo aggiungerne uno per la Action cam. Io ho acquistato tutto il kit di accessori per il suo montaggio ma ho scartato subito quello a manubrio per via che il "gyro" non riesce a compensare completamente i sobbalzi (nel tuo film si vede). Ho scartato il montaggio a casco perchè nei boschi c'è il rischio di falciare via la Cam urtando qualche ramo. Mi trovo bene con il montaggio al petto (con pettorina) che ammortizza parecchio bene e protegge comunque l'apparecchio.
    Complimenti e buone pedalate

  • Foto di PaperPino

    PaperPino 9-giu-2018

    Grazie gbal per i consigli, ... riguardo alla action cam le riprese in effetti sono disturbate e infatti difficilmente le inserisco, è da tempo che sto pensando di provvedere con altro sistema e sono indeciso sulle posizioni casco/petto, probabilmente entrambe offrono vantaggi/svantaggi come del resto ogni cosa.
    Quella sul casco sicuramente potrebbe portare impacci come tu dici, ma avrebbe il vantaggio di poter indirizzare la ripresa girando la testa, quella sul petto invece ammortizza molto bene senza creare impacci ma non dà questa possibilità,... vedremo ...,presto prenderò una decisione.
    Proprio oggi ho fatto un bel giro che mi ha portato fino a Pavia, una città davvero molto bella e ho fatto anche qualche ripresa (che non ho ancora visto) ma so già che riscontrerò i soliti problemi e me ne dispiace perchè il centro storico merita ma le strade in pietra sicuramente hanno accentuato gli sbalzi ... pazienza, ...presto provvedo.
    Ciao... grazie e buone pedalate anche a te.

You can or this trail