-
-
1.512 m
231 m
0
9,1
18
36,46 km

Visualizzato 19 volte, scaricato 2 volte

vicino a Grumello de' Zanchi, Lombardia (Italia)

Percorso che si sviluppa sulla dorsale montuosa a cavallo tra Valle Brembana e Val Brembilla. Con partenza da Zogno, spostamento a San Pellegrino Terme su ciclabile e inizio della salita su asfalto in direzione delle frazioni di Frasnito e La Vetta. Dopo la chiesetta di quest'ultima località si abbandona l'asfalto per una forestale dotata di sbarra aggirabile.
La forestale si impenna improvvisamente in un cementata dalla pendenza proibitiva che arriva fino al 37% con MTB da spingere a mano. Al termine della rampa micidiale si trova la Santella Madera dalla quale parte una sterrata che sale fino all'antico borgo di Sussia.
Termina il tratto pedalabile, si spinge la MTB fino ad innestare il sentiero 595 che passando sotto le falesie del Castello Regina, conduce al Monte Foldone.
Giunti ad una sella prima del Foldone, il sentiero passa sul versante brembillese del monte fino a un canaletto con sentiero a zig-zag dove si rende necessario proseguire con MTB a spinta e poi a spalla fino alla sommità. Giunti alla Baita Foldone si prosegue scendendo nella successiva selletta dalla quale si inizia una nuova risalita al Monte Sornadello: l'ultimo tratto sotto la cima è con MTB a spalla. Si discende nuovamente nella successiva sella dove finalmente incontriamo un segnavia che indica a sinistra la località Bura sul 595A. Dopo esserci preparati per la discesa, si innesta il sentiero che si snoda nei sottostanti boschi di faggio. La discesa è talvolta scorrevole sebbene resti su livelli molto impegnativi; nella parte finale il sentiero presenta passaggi molto difficili su rocce e pietrame smosso. Giunti alla Forcella di Bura si percorre un breve tratto di asfalto per innestare subito sulla sinistra una mulattiera con l'indicazione Foppa Calda. Il sentiero è abbastanza veloce, ma non comunque caratterizzato da continui ostacoli, pietrame smosso, rocce e tratti ad elevata pendenza. Il sentiero si chiude sulla SP14 circa 2 Km prima dell'abitato di Brembilla. Continuando a scendere sull'asfalto, deviamo a sinistra risalendo in direzione di Camorone e Carnito. Fatta tutta la quota disponibile, in corrispondenza della chiesetta di San Gaetano, innestiamo un sentiero molto sconnesso che prosegue in una vecchia mulattiera molto scassata che termine alla centrale elettrica di Zogno, a poca distanza dal punto di partenza

Commenti

    Puoi o a questo percorso