Tempo  4 ore 13 minuti

Coordinate 3736

Uploaded 23 settembre 2015

Recorded settembre 2015

-
-
436 m
2 m
0
9,0
18
35,94 km

Visto 1638 volte, scaricato 37 volte

vicino Soverato Marina, Calabria (Italia)

Dal lungomare di Soverato si parte per intercettare un tratto del vecchio tracciato della ferrovia Calabro Lucano Soverato – Chiaravalle, utilizzata principalmente come trasporto del legname dei boschi delle Serre e di trasporto passeggeri. Caratterizzata da diverse gallerie, per l’occasione consiglio di portare le luci per illuminare la strada che all'interno si presenta con un fondo sconnesso, e da ponti maestosi che attraversavano le fiumare lungo il percorso. Una sosta è dovuta c/o i ruderi del convento agostiniano e della chiesa nella quale vi era la statua marmorea della Pietà del Gagini ora custodita presso la Chiesa di Soverato Superiore. Si prosegue verso il centro storico di Petrizzi. Nella piazza Regina Elena al centro della stessa è presente un pioppo, simbolo della libertà durante il decennio francese. Diversi sono i portali di alcune case risalenti all’ottocento, sono realizzati in pietra dagli stessi scultori locali e caratterizzati dal “fiore in pietra”
Attraversamento del fiume
I monaci Basiliani fondarono un cenobio nella zona nota come Pietà, intorno al quale dovettero sorgere dei piccoli villaggi di contadini che coltivavano le terre dei monaci. Attualmente però rimangono solo i ruderi del convento agostiniano più tardo (XVI sec. d.C:) e della chiesa all'interno della quale vi era custodita la statua marmorea della Pietà del Gangini ora custodita presso la Chiesa parrocchiale di Soverato Superiore.
Chiesa della S.S. Trinità (XVI sec.) Cappella gentilizia dei Marincola extra moenia (fuori dalle mura), custodisce le salme dei duchi in tombe in stile barocco napoletano e degli affreschi realizzati dal pittore bivongese Tommaso Martini - All'ingresso della stradina si trova sulla dx l'antica fontana riferibile al cosiddetto acquedotto del duca (XVII sec.) con busto di S.Giovanni Neopomiceno che protegge dal pericolo costituito dalle acque, più avanti sempre sulla dx il "Calvario" opera della confraternita di Maria S.S. dei dolori (XX sec.)
Piazza Regina Elena, la principale del paese al centro della quale si erge il pioppo, simbolo della libertà durante il decennio francese, fu sede del mercato locale di cui ne rimane testimonianza la mezzalora, ovvero la misura pubblica per i cereali. Sono presenti anche una serie di fontane che si riferiscono ad un'antica cisterna di raccolta dell'acquedotto realizzato dai Marincola nel XVIIsec. Più avanti scendendo sulla dx, il Palazzo Ducale Antica fortezza medievale, sede dei feudatari e dimora dei duca Marincola. Attualmente sede Comunale.
Palazzo Tucci. Edificio Ottocentesco
Chiesa Matrice di Maria S.S. della Pietra. La cui prima edificazione risale al XV-XVI sec., venne distrutta dal terremoto del 1783. Ricostruita a fianco della precedente, in pieno stile barocco, conserva in parte la campana dell'orologio datata al 1570. A fianco un portate ornato con il caratteristico "fiore di pietra"
Una serie di portali e maschere realizzati in pietra realizzati dagli scalpellini del luogo. Fra questi l'ungo la strada scendendo, sulla sx, è possibile notare i resti di antico colonnato in pietra del quale sopravvive un'unica colonna ottagonale, con capitello databile al '600.
Lacerto di cinta muraria dell'antico borgo (XI sec.) con resti della porta ovest di accesso al paese che si affaccia sulla vallata del fiume Beltrame.
L'area più densamente popolata era quella dell'antico centro storico che subì, a volte con irreparabili danni, il susseguirsi di alluvioni e terremoti che devastarono il territorio, mentre nuove aree abitative iniziarono a nascere all'esterno del borgo.
Ex palazzo "Moniaci" Edificio databile in prima fase al tardo '600 di cui si segnala la facciata in stile barocco.
Porta 'e jusu (porta di sotto= - detta anche porta marina. Antico arco di accesso al paese risalente al XI sec. - Viste del borgo antico

1 comment

  • Foto di Yevhenii UA

    Yevhenii UA 3-ago-2018

    Hello. Do you organize trail tour or riding free? I am from Ukraine and try to find somebody to riding in Soverato.

You can or this trail