-
-
1.426 m
104 m
0
24
47
94,28 km

Visto 485 volte, scaricato 10 volte

vicino Cunettone-Villa, Lombardia (Italia)

Salò - Gargnano sulla Gardesana, entriamo a Gargnano continuando a costeggiare il lago passiamo davanti a villa Feltrinelli e dopo la località S. Giacomo iniziamo a salire dopo la sbarra sul tratto panoramico fino ad arrivare sul lato della Gardesana (alla fine della prima delle gallerie che portano verso Riva del Garda) che immediatamente abbandoniamo salendo a sinistra sulla vecchia strada per Tignale, con meraviglioso panorama sul lago e sul monte Baldo. Poco prima di un piccolo gruppo di abitazioni prendiamo la salita sterrata a sinistra che sale con pendenze variabili, impegnativa solo nell'ultimo tratto che ci porta a Piovere. Entriamo nella frazione, saliamo a sinistra in gran pendenza ma per pochi metri; prendiamo infatti la seconda viuzza a destra che ci porta al campetto da calcio e quindi continuiamo in salita asfaltata per pochi km. Su un tornantino a sinistra, prendiamo la deviazione sull'esterno della curva che indica passo Fobbia. La stradina, un po' asfaltata e un po' sterrata sale a tratti in modo impegnativo in mezzo al bosco in uno scenario naturale molto bello, noi abbiamo anche incontrato un capriolo che è subito fuggito nel bosco appena ci ha visti. Ci sono un paio di bivi ai quali si tiene sempre per passo Fobbia e bocca Paolone. In alto si scende e si risale un paio di volte e finalmente si arriva ad incrociare la strada che a sinistra in discesa porta a Costa; noi prendiamo la destra e continuiamo a salire verso cima Rest. Ignoriamo il bivio a dx verso cima Piemp e raggiungiamo passo Scarpapè. Qui giriamo a sinistra e continuiamo a salire; dopo 200-300 metri non prendiamo a sinistra per Cadria/cima Rest ma proseguiamo in direzione Tombea, in un'oretta di pedalata saliamo dapprima fino al passo Termen, quindi scendiamo per un bel pezzo e infine risaliamo fino a raggiungere il bivio che a destra va verso cima Tombea, mentre noi prendiamo a sinistra e scendiamo a Rest, ultime 2 rampette e poi discesona asfaltata fino al bar di Rest, bellissima costruzione tipica con tetto in fieno, dove prendiamo un cappuccio e una fetta di torta ai frutti di bosco. Ristorati, ripartiamo per il ritorno. Per mancanza di tempo scegliamo di non fare la variante sterrata ma prendiamo la strada asfaltata che ci porta a Magasa, quindi al lago di Valvestino, Navazzo e poi solita discesa sterrata veloce verso la valle delle Camerate, Gaino e altro discesone in valle delle cartiere e quindi Maderno. Ritorno a Salò sulla Gardesana.
Itinerario molto bello e panoramico, impegnativo per il kilometraggio ed il dislivello ma uscita divertente coi miei soci di pedalata Vincenzo, Claudio e Marcello nel nostro favoloso parco dell'alto Garda bresciano!

Commenti

    You can or this trail