Tempo  4 ore 40 minuti

Coordinate 9432

Caricato 4 marzo 2021

Registrato febbraio 2021

-
-
292 m
5 m
0
16
31
62,04 km

Visualizzato 111 volte, scaricato 2 volte

vicino a Siderno, Calabria (Italia)

Giunti nel centro abitato di Portigliola, si prosegue attraversandolo percorrendo alcune strette vie, alla fine giungiamo al bivio che svoltando a dx ci porterà vs la contrada Sportella, con una ripida salita vs il monte S. Ignazio. La strada si presenta nel primo tratto asfaltata fino a giungere dei tratti quasi sterrati, giungiamo fino alla fine della stessa che si affaccia su un piano che era una vecchia cava. La pista prosegue quasi in piano, interrotta in un punto, dove un sentiero sulla dx ci permetterà di superarla. Si scende aprendo qualche barriera fino arrivare ad un ricovero per gli animali, scendiamo ancora fino ad intercettare la strada asfaltata. Proseguiamo sulla sx per giungere sull’altra curva dove sulla dx incrociamo la pista che risale il crinale affiancata da alcuni alberi di eucalipto. Si percorre fino a giungere M.te Tronato sulla ns dx, ed attraversando una piccola sella la strada è ormai nascosta dalla vegetazione, dove bisogna proseguire a piedi fino a giungere la pietra cariata sulla dx ed il caratteristico paesaggio con una pietra in bilico sulla cresta della roccia. La zona viene chiamata “La timpa da magara” sullo sfondo anche il caratteristico M.te Tre Pizzi Si prosegue ora in discesa, ancora a piedi, affrontando qualche tornante fino a raggiungere una coltivazione di ulivi. La pista ora è percorribile fino a intercettare la strada asfaltata dove scenderemo sulla sx per giungere più avanti ad una vasca artificiale sulla sx detta “Gurna du vasaru”. All’inizio del ponte che attraversa la fiumara di “Antonimina” sulla dx i ruderi del Mulino della Stretta. Continuando a seguire il percorso si giunge nella contrada Fantò, si continua fino a giungere al bivio che svoltando a dx e poi ancora a dx verso la cittadina di Cimina', dove scendendo ora a sinistra passiamo a fianco del cimitero che rimane sulla nostra dx. Più avanti svolteremo ancora a dx fino a raggiungere il ponte che superato svolteremo a sx per proseguire fino ad intercettare la strada statale 106. Si può continuare fino a raggiungere la Marina di Gioiosa Jonica, ed proseguendo lungo la strada che supera la stazione ferroviaria proprio alla fine della stessa quasi nascosto in mezzo alle case, si possono vedere i resti dell’antico teatro greco-romano costruito con pietra calcare e laterizio, un breve giro sul lungomare per poi rientrare al punto di partenza.
Waypoint

M. S. Ignazio

Waypoint

M. Tronato

Waypoint

Pietra Cariata

Waypoint

Timpa da magara

Waypoint

Gurna du vasaru

Rovine

Mulino della Stretta

Waypoint

Resti del teatro

Waypoint

Piazzale cava

Waypoint

Interruzione

Waypoint

Vallata

Waypoint

Sella

Waypoint

Vista dalla strada

Waypoint

Ulivi

Commenti

    Puoi o a questo percorso