Tempo in movimento  4 ore 18 minuti

Tempo  5 ore 58 minuti

Coordinate 4875

Caricato 19 gennaio 2021

Registrato gennaio 2021

-
-
787 m
98 m
0
8,1
16
32,37 km

Visualizzato 84 volte, scaricato 10 volte

vicino a Tiria, Sardegna (Italia)

Per la mia prima esplorazione di questo territorio ho voluto seguire un tracciato di "andreapirroni" che voglio ringraziare per la sua interessante ed impegnativa proposta. Stanco delle difficoltà imposte dall'epidemia Covid e anche del tempo sempre cupo e piovoso, ho deciso di prendermi una pausa dal lavoro e di approfittare di questa stupenda e luminosa giornata di gennaio per trascorrere qualche ora in montagna. Arrivato in auto fino a Tiria si entra nel Parco del Monte Arci e subito si ha occasione di apprezzare la qualità del lavoro fatto nella gestione e manutenzione del territorio: la strada, in ripida salita, è perfettamente tenuta, così come è evidente il controllo della vegetazione, dei canali di scolo, delle indicazioni che sono frequenti e chiare, degli innumerevoli sentieri che si aprono a destra e sinistra e sembrano tutti perfettamente puliti. Si ascende sul versante ovest del massiccio e man mano che si sale si gode una meravigliosa vista sul campidano sottostante, sul golfo di Oristano e sul massiccio del Montiferru. Dopo alcuni km di salita si giunge alla Madonna del Monte in località Pranu Staddas e subito dopo si scende un poco verso la gola in cui scorre il Rio Corongiu per risalire subito fino ad una costruzione recente, S'Accorru de is Eguas, che è un presidio dell'Ente Foreste, apparentemente non utilizzato in questo momento. Si prosegue in ascesa fino alle sorgenti di Acquafrida e da qui si prende il primo sentiero, stavolta lastricato interamente in pietre lisce e scivolose che ci conduce a scollinare su una fascia taglia fuoco. Si procede ora sull'altipiano sino a costeggiare i due coni vulcanici di Sa Trebina Longa e Sa Trebina Lada: Presa la discesa verso Is Benas e Morgongiori, preferisco accorciare il tracciato e punto verso il rimboschimento che è un esteso e fitto bosco di alte conifere, attraversato da sentieri anch'essi perfettamente puliti. Meglio evitare la parte più centrale dell'altipiano che è ridotta ad un enorme acquitrino.Giunti in discesa all'area Picnic e barbecue di Acquafrida si prende il primo single che ci conduce al punto Panoramico di Beda Manca e che poi si inoltra nel bosco. Altri 800 m circa di risalita fino al nuovo single che all'inizio appare terribile, con tracciato ripidissimo fra grandi massi che quasi mi spinge a rinunciare, ma subito dopo diviene molto più scorrevole e divertente e attraversa a lungo una estesa e fitta lecceta. Questo sentiero si segue con qualche difficoltà perchè presenta numerose ramificazioni e nel tratto finale termina in una stretta e sassosa pista anch'essa piuttosto impegnativa. Arrivo un poco trafelato all'auto e sono le 17 passate e il buio incombe. Percorso meraviglioso per gli aspetti naturalistici, piuttosto impegnativo fisicamente e a tratti anche dal punto di vista tecnico. Un territorio da esplorare e conoscere più a fondo.
Waypoint

Ingresso al Parco del Monte Arci

Arrivando da Tiria si può parcheggiare l'auto in un ampio spiazzo ed entrare nel Parco per cominciare l'ascesa in località Maistru Lorenzu. In questo primo tratto ho incontrato numerosi operai dell'Ente Foreste intenti a lavorare.
Waypoint

Waypoint

In questo primo tratto di ascesa, mediamente impegnativa, si osservano gli accessi a numerosi sentieri, che apparentemente sono tenuti perfettamente puliti e ordinali dal lavoro degli operai.
Panorama

Punto panoramico

In questo tratto di salita sul versante ovest sono frequenti le piazzole di sosta con una meravigliosa vista sul sottostante Campidano e in lontananza sul Golfo di Oristano e sul Massiccio del Montiferru.
Panorama

Punto panoramico

Waypoint

Madonna del Monte

Molto caratteristico questo luogo di culto realizzato all'aperto con un altare costituito da un enorme monolito e una statua della Madonna.
Waypoint

Sorgente

All'interno di una foltissima lecceta si trova un breve sentiero che conduce ad una sorgente.
Rifugio custodito

S'accorru de is eguas

Si tratta di un presidio di Forestas da adibire a foresteria, magazzino, rimessa . Al momento, benchè in perfette condizioni, sembrerebbe non utilizzato.
Waypoint

Sorgente di Acquafrida

Sono presenti diverse costruzioni, come muri, recinzioni e basamenti di edifici in pietra.
Waypoint

Sentiero lastricato

Si tratta di un sentiero interamente lastricato in pietre lisce ed estremamente scivolose, si tratta di solo 800 metri ma occorre prudenza. Nella parte finale è molto chiuso da rovi ma si può passare in un sentiero fangoso a lato.
Waypoint

Cancello

Waypoint

Fascia tagliafuoco

Al termine del sentiero lastricato si sbuca su una fascia tagliafuoco che viene seguita in salita per qualche centinaio di metri.
Waypoint

Bivio Dritti

Si può prendere, a sinistra, uno dei tanti bivi che conducono sul sottostante altipiano verso l'enorme bosco di conifere
Waypoint

Ripetitore di Morgongiori

Nel punto più alto del tracciato si trova questo traliccio, verosimilmente un ripetitore telefonico.
Waypoint

Sa Trebina Longa

Intersezione

Bivio a sinistra

Poichè è tardi accordio il percorso prendendo la strada del rientro verso l'altipiano.
Waypoint

Bivio Dritti

Ho provato a seguite la pista di "andreapirroni" ma, come segnalato da un gentilissimo biker di Masullas incontrato in strada, meglio evitare questa parte dell'altipiano che è ridotta ad un esteso acquitrino.
Waypoint

Ingresso al rimboschimento di conifere

Non so se si tratti di pini o di altro tipo di cponifere, ma questo rimboschimento è veramente molto bello, gli alberi sono altissimi, il sottobosco è un'enorme distesa di felci e i sentieri sono perfettamente tracciati e puliti.
Waypoint

Sentiero in pineta, svoltare a sinistra

Occorre attenzione perchè anche nel rimboschimento è presente una estesa e ramificata rete di sentieri
Waypoint

Bivio a sinistra

Breve rientro su asfalto sulla strada comunale di Ales in direzione dell'area picnic e barbecue di Acquafrida
Waypoint

Area picnic e barbecue di Acquafrida

Waypoint

Bivio a sinistra

Si riprende una sterrata che ci condurrà su un punto panoramico e all'inizio dei single
Waypoint

Belvedere Beda Manca

Waypoint

Single

Comincia qui il tratto più impegnativo tecnicamente, ma anche più divertente. All'inizio è un ampi sentiero nel bosco, che diviene progressivamente più ripido e stretto con passaggi però sempre alla mia portata, anche per la strana assenza di sassi sul fondo.
Waypoint

Single

Waypoint

Single Pippo's

L'ultimo single è veramente divertente. Inizia in modo terribile: già è difficile individuarne l'origine, poi si tuffa in pendenza estrema fra massi irregolari e fango abbondante. Dopo i primi 50 metri fatti prudentemente a piedi, in scivolata continua, medito quasi di ritornare sui miei passi, ma non conosco strade alternative, per cui, anche se è tardi decido di proseguire. procedo quindi per qualche km in un single estremamente divertente e non particolarmente tecnico che riesco a percorrere interamente in sella, e senza cadere. Il tratto finale è sassoso e viscido e va fatto con cautela estrema.

6 commenti

  • Foto di Ervik

    Ervik 22-gen-2021

    Grazie per l'esauriente descrizione. Avrei due domande: tu hai deciso di accorciare un percorso di andreapirroni ma, se è quello che ho trovato, sembra al contrario sostanzialmente identico (https://it.wikiloc.com/percorsi-mountain-bike/monte-arci-ccs-2020-60460018). O forse ne esiste un altro? Te lo chiedo perchè al contrario io vorrei allungare un pochino il percorso ma non conosco assolutamente la zona. Seconda: il cancello che vedo in foto è sempre aperto o deve essere scavalcato con bici in spalla? Grazie

  • Foto di stefano.sanna54

    stefano.sanna54 22-gen-2021

    Il percorso che ho seguito lo avevo scaricato qualche mese fa e penso fosse stato disegnato sulla carta, non riportava nessuna informazione e prevedeva un ulteriore piccolo anello nella parte sud che prolungava di alcuni km. Solo dopo averlo percorso ho scoperto che anche lui lo aveva provato e lo pubblicava nuovamente corredato da preziose informazioni. Oltretutto le sue sensazioni sono assolutamente sovrapponibili alla mia esperienza, specie per quanto concerne la difficoltà tecnica dei single. Il cancello che ho fotografato si trova al termine del sentiero lastricato, poco prima della fascia tagliafuoco, l'ho trovato chiuso e ho visto che conduce ad una costruzione di cui non so nulla. Però il cancello non dev'essere superato, ma lasciato a lato. Credo sia possibile allungare ancora un poco il tracciato anche se è abbastanza impegnativo. Io l'ho fatto in relax, con prudenza e con innumerevoli errori di percorso e non sono partito troppo presto, per cui il buio incombeva. È certo che vorrò riprovare quei sentieri, ed altri, che sono piacevoli perché nonostante pendenze e tracciato impegnativi hanno la caratteristica insolita di non avere sassi smossi sul fondo e ciò si adatta alla mia bici front.

  • Foto di TheBluesBiker

    TheBluesBiker 25-gen-2021

    Averlo saputo... eri nella mia zona e sarei venuto volentieri con te, sopratutto per farti evitare alcune delle "insidie" incontrate lungo il percorso :-(
    Sarà per la prossima.

  • Foto di stefano.sanna54

    stefano.sanna54 25-gen-2021

    Grazie. Prendo in considerazione seriamente la tua disponibilità. Ritornare su questo territorio è assolutamente previsto, andarci con chi lo conosce sarebbe un grande vantaggio. A presto.

  • Foto di TheBluesBiker

    TheBluesBiker 25-gen-2021

    Nel caso, tieni presente che ho caricato qualche traccia del Monte Arci nel mio profilo

  • Foto di stefano.sanna54

    stefano.sanna54 25-gen-2021

    Le ho viste e scaricate. Fanno parte dei miei programmi a breve termine, non appena la situazione epidemiologica sarà schiarita.

Puoi o a questo percorso