• Foto di Parco Lavino - Piano d'Orta - Torre de Passeri - San Valentino
  • Foto di Parco Lavino - Piano d'Orta - Torre de Passeri - San Valentino
  • Foto di Parco Lavino - Piano d'Orta - Torre de Passeri - San Valentino
  • Foto di Parco Lavino - Piano d'Orta - Torre de Passeri - San Valentino
  • Foto di Parco Lavino - Piano d'Orta - Torre de Passeri - San Valentino
  • Foto di Parco Lavino - Piano d'Orta - Torre de Passeri - San Valentino

Tempo  4 ore

Coordinate 2785

Uploaded 23 ottobre 2016

Recorded ottobre 2016

-
-
441 m
143 m
0
10,0
20
39,82 km

Visto 700 volte, scaricato 20 volte

vicino Decontra, Abruzzo (Italia)

Il percorso parte dal parco Lavino, in località Decontra.
Si percorre per qualche chilometro la pista ciclabile che scende a Scafa, per poi seguire per qualche centinaio di metri la strada tiburtina.
Svoltando a sinistra, si comincia a salire per un breve tratto quindi si prende un bello sterrato che per qualche chilometro attraversa le campagne e che termina con una discesa tecnica con molte pietre.
Siamo a Piano d'Orta, da qui si prosegue su asfalto per Torre de Passeri, e dopo una breve sosta alla abbazia di San Clemente a Casauria, si prosegue in direzione Bolognano.
Prima di arrivare a Bolognano, con una breve deviazione abbiamo visitato la grotta scura, raggiungibile solo a piedi (200m) per via della ripida scalinata.
Montati nuovamente in sella, siamo ridiscesi su un bellissimo single track in mezzo al bosco in lieve discesa (bellissimo il panorama con la parete rocciosa a strapiombo sul fiume Orta) per poi proseguire sempre su single track (deviazione sulla destra poco visibile a fine discesa) nuovamente fino a Piano d'Orta.
Si sale poi a San Valentino e da qui, vista oramai la tarda ora, siamo ridiscesi a Scafa.
L'intento era di arrivare in zona Abbateggio per poi chiudere l'anello al Parco Lavino
In tal caso la salita a San Valentino avrebbe avuto senso.
Salire per poi scendere a Scafa dalla strada principale ha avuto meno senso, ma purtroppo si stava facendo tardi a causa delle numerose soste.

Commenti

    You can or this trail