• Foto di Parchi Tor Marancia - Appia Antica - Caffarella
  • Foto di Parchi Tor Marancia - Appia Antica - Caffarella
  • Foto di Parchi Tor Marancia - Appia Antica - Caffarella
  • Foto di Parchi Tor Marancia - Appia Antica - Caffarella
  • Foto di Parchi Tor Marancia - Appia Antica - Caffarella
  • Foto di Parchi Tor Marancia - Appia Antica - Caffarella

Difficoltà tecnica   Medio

Coordinate 1790

Uploaded 29 novembre 2014

Recorded novembre 2014

-
-
105 m
18 m
0
8,6
17
34,25 km

Visto 1308 volte, scaricato 33 volte

vicino Ardeatino, Lazio (Italia)

Bel percorso, a tratti impegnativo quanto basta per poter essere considerato una buona uscita di allenamento tra le aree protette del Parco dell’Appia Antica. Infatti, i passaggi qui proposti nel Parco di Tor Marancia e nella Caffarella sono a volte impegnativi ed in alcuni casi puo’ essere necessario spingere la mtb. Dalla Regione Lazio (V. C. Colombo, la MB Garbatella e' vicina), si prosegue per Viale di Tor Marancia fino a v. Belloni, dove si trova un varco nella rete che delimita parte del Parco di Tor Marancia. Si potrebbe, comunque, anche entrare qualche decina di metri piu’ avanti. Passata la rete ci aspetta subito un single track che, con uno strappetto in salita, giunge in una zona sopraelevata. Da qui, tra vari saliscendi veloci e stretti, si passa accanto l’uscita di V. Sartorio, quindi si sale e si scende rapidamente verso l’ingresso principale del parco, compiendo un anello. Una salita di fianco ad un campo arato porta nella zona piu’ alta e panoramica, ed in discesa si giunge in una valle dove sono presenti alcuni casolari. Siamo in prossimita' di V. Ardeatina, ma un cancello chiuso obbliga a ritornare in parte per il percorso gia’ fatto, fino a ritrovare l’uscita di V. Sartorio dove occorre alzare la bici per scavalcare una catena (AGGIORNAMENTO 2 Apr. 2016: il cancello chiuso e' aggirabile a sx per una recinzione richiudibile e si sbuca direttamente sull'Ardeatina !). Giunti sull’Ardeatina, la si percorre contromano utilizzando lo stretto ma sicuro marciapiede fino alle Fosse Ardeatine dove, attraverso il marciapiede di Vicolo delle sette chiese, ci si immette sull’Appia Antica. La si percorre divertendosi sui single track laterali, facendo attenzione alle radici e ad alcuni sassi un po’ appuntiti, fino a portarsi sulla verticale del GRA. Qui si gira a dx in decisa salita che conduce in una zona agricola dove e’ presente un villone usato per ricevimenti. Prima dello stesso, si prende a dx una sterrata in discesa che, aggirati alcuni casali semiabbandonati, conduce, con una discesa piu’ sostenuta, alla centrale elettrica di Torricola, di fronte alla stazione omonima. Percorrendo la sterrata che costeggia la ferrovia non si riesce a sottopassare la stessa a causa di un cancello chiuso. Ritornando indietro, si ritorna sull’Appia Antica che si ripercorre fino a V. Cecilia Metella dove si entra, con una breve rampa ripida e sterrata, nella Caffarella. Non descrivo tutti i sentieri effettuati qui, ma c’e’ da divertirsi seguendo la traccia, seppur breve rispetto ad un'uscita completa nell'area. Salite, discese, single track, due guadi, sentierini sconnessi e con solchi longitudinali completano in maniera piu’ che degna questo percorso tra i parchi. Una precisazione: il ponte sull’Almone in teoria e’ ufficialmente chiuso dopo lo straripamento del fiume; un varco laterale e’ comunque utilizzabile (con un po’ di acrobazie..). **AGGIORNAMENTO: A Ottobre 2015 il passaggio sul ponte e' stato ripristinato**.
Si lascia la Caffarella attraversando l’Appia Antica all’altezza della chiesa del Quo Vadis, dove si entra nel piccolo Parco Scott che si costeggia brevemente, per poi percorrere la sterrata di circonvallazione Ardeatina che ci fa immettere sulla ciclabile della Colombo, che si segue a sx in leggera salita fino alla Regione Lazio.

Commenti

    You can or this trail