-
-
319 m
-1 m
0
13
26
51,3 km

Visto 851 volte, scaricato 25 volte

vicino Orte, Lazio (Italia)

un percoso che ci porta a vedere vari monumenti sconosciuti fra orte e bomarzo.
si parte da un parcheggio fuori orte paese, per 5,5 di presto la sp151 ortana fina al un valico, si gira a sinistra e si prende la Via Amerina, si scende rapidamente poi un paio di strappetti niente male, si gira a destra e si prennde una grossa carareggia per 4km, poi si prosegue dritti si sentiero molto mal messo che scende in un valloncello, poi risale su sfacciumi.
si imbocca una grosso stradone su sterrato, al 15km attenzione a un cancello quasi invisibile!!
si esce un'altra volta sulla ortana la se segue per 2km, si scende alle steppacolari cascale della mola.
si risale e si prende un altra volta la strada per 1km si gira a destra e si prende un sentero che ci portera' a bedere la torre di chia, un cui per un lugno periodo abitata da pasolini.
si ritorna indietro e per la terza volta si prende la ortana questa volta per 3km.
si gira a destra e si segue la strada fino a che diventa sterrata, si scende in direzione monte casoli, si sale nel bel pianoro e si raggiunge la chiesa e il sito archeologico, davvero da vedere.
si prosegue in discesa, si risale dall'altro versante in un impegnativa salita.
si prende al varilo la strada sterrata che donduce in direzione Mugnano,al km35 si prende a destra, CHIUDERE SEMPRE I CANCELLI QUANDO SI STA IN ESCURSIONE!!!
si scende rapidamente verso il fondo valle.
si sale a mugnano su asfalto, prima di giundere al paese si scende un altra volta al fondo valle , si attraversa il torrente con un ponte, adesso comincia una salita devastante: 600m lineari e 100m di dislivello, si terreno argilloso, quindi occhio dopo lunghe pioggie...adesso un saliscendi monto impegnativo, al 41km strade tranquille fino a orte.

2 commenti

  • Foto di Daviderusso77

    Daviderusso77 7-feb-2017

    I have followed this trail  View more

    La parte iniziale e quella finale, per me, sono le più belle.
    La pioggia di ieri ha complicato le cose, tanto che la salita argillosa l'ho fata a singhiozzo e sono dovuto smontare da sella per spingere. Anche il primo guado l'ho fatto scendendo dalla bici, non tanto per la profondità dell'acqua, quanto per la forte corrente. Se fatto in stagione secca, di sicuro si pedala anche in questi tratti.
    La torre di Chia è davvero suggestiva, e tutta quella zona ha una atmosfera che ha un forte potere contemplativo.
    Bel giro.
    Grazie Hash

  • filippovenezia 29-ott-2017

    bel giro di cross county 20% circa asfalto e il resto tutto sterrato pedalabile (se asciutto). I cancelli chiusi sono di proprietà private. Uno oggi (29.10.17) aveva la scritta attenti ai cani e in effetti un paio di maremmani di guardia ad un gregge c'erano. Si è potuto aggirare abbastanza agevolmente. Il secondo dopo Bomarzo aveva un lucchetto. Siamo passati lo stesso in quanto l'alternativa portava a fare diversi km sulla statale....
    Segnalo che prima del guado sulla destra c'è un sentiero che permette di evitarlo.
    Grazie mille per la condivisione.

You can or this trail