Tempo  5 ore 5 minuti

Coordinate 13656

Caricato 20 settembre 2020

Registrato settembre 2020

-
-
1.591 m
494 m
0
14
27
54,06 km

Visualizzato 205 volte, scaricato 4 volte

vicino a Bocca della Selva, Campania (Italia)

INFORMAZIONI TECNICHE
Percorso in prevalenza All Mountain.
Difficoltà medio/alta in mountain bike, 99% pedalabile, ma con alcuni tratti molto tecnici, sia in salita che in discesa.
Terreno: 40% Asfalto - 60% Offroad

INDICAZIONI
Partenza dal rifugio "La Casella" al quadrivio dopo Bocca della Selva.
Attraversiamo la strada e imbocchiamo subito il bosco sul sentiero Cai 100DM, che parte con una ripida rampa sterrata.


Poi si prosegue in falsopiano e sali scendi per 2,5km, dopo di che svoltiamo a sinistra dove il sentiero prosegue salendo linearmente di quota.
La salita è totalmente pedalabile, con buona tecnica e buona gamba, essendo il terreno molto "Rock".
A fine salita incontriamo dapprima una piccola radura sulla destra, che superiamo, e poco dopo un piano molto più grande, ossia la "Piana delle sogliette".


Si prosegue con una bella discesa su terreno all mountain, seguita da una speculare salita all mountain, tutta pedalabile, con un po' di sforzo.
Qua arriva un po' di portage. Ci sono infatti dei tratti con pendenze proibitive su base di terra e radici.
Sono 2 piccoli tratti, 100m prima e 200m dopo, ma abbastanza duri da farsi in portage.
Finito il portage, dopo poco comincia la discesa con il primissimo tratto molto tecnico (quasi da downhill, fare attenzione).
A fine discesa si supera il letto del fiume in secca e si riparte salendo verso la fine del sentiero che sbuca sulla provinciale, poco prima della baita "La Gallinola".


Quindi proseguiamo su asfalto agevolmente fino all'imbocco del sentiero per l'eremo di S.Egidio (possiamo fermarci a Campitello Matese, se abbiamo bisogno di acqua).
Sentiero ben visibile e segnalato, e tutto pedalabile, ad eccezione di una breve tratto intermedio nel bosco.
Si giunge quindi all'eremo di Sant'Egidio, un'oasi di silenzio, nel mezzo della natura.
Sosta obbligata.


Anche qui è presente una fontana, all'occorrenza.
RIpartiamo sul sentiero, superiamo in portage una insidiosa rampa in cemento, usciamo dal sentiero, e cominciamo la lunga discesa che porta alla borgo medievale di CIvita Superiore, dapprima in sterrato e poi su asfalto.
A metà discesa deviamo per un sentiero che gira intorno al colle e si ricongiunge con la via in asfalto a fine discesa.


Breve visita al borgo medievale di Civita Superiore di Bojano e si riparte.
Facciamo un piccolo tratto di discesa e nella prima curva a gomito imbocchiamo il sentiero sulla destra.
Si tratta di un single track enduro davvero molto bello e impegnativo (da fare attenzione alle parti esposte dei single track).
Il sentiero sbuca in località RioFreddo, dopo Bojano.
Da proseguiamo tra asfalto e sterrato fino a Campochiaro.
Qui comincia l'ultima dura salita, per buona parte in asfalto, con la parte finale in sterrato (pendenze del 13%).
Siamo di nuovo all'interno dell'oasi WWF.
Arriviamo ad una radura con vasca per animali, nota come Fonte Francone.
Proseguiamo tra saliscendi abbastanza scorrevoli, poi facciamo una piccola deviazione per trovare il rifugio "Costa Chianetta", ben nascosto tra la vegetazione.


Quindi proseguiamo, breve discesa ed usciamo sulla provinciale, dove percorriamo l'ultimo tratto fino all'arrivo.
Foto

Sentiero Cai 100DM/124

Foto

Belvedere del massiccio del Matese, versante Nord

Monte Gallinola, Punta Giulia
Waypoint

Campitello Matese + Vista del Monte Miletto

Foto

Sentiero Pianette/S.Egidio - WP1

Foto

Sentiero Pianette/S.Egidio - WP2

Sito religioso

Eremo di Sant'Egidio

Foto

Sentiero All Mountain per la Civita Superiore di Bojano

Foto

Civita Superiore di Bojano

Foto

Sentiero Cai 128

Waypoint

Fonte Francone

Waypoint

Rifugio forestale 'Costa Chianetta'

Commenti

    Puoi o a questo percorso