Tempo  6 ore 20 minuti

Coordinate 2834

Caricato 8 luglio 2017

Recorded luglio 2017

-
-
1.194 m
411 m
0
10
21
41,44 km

Visto 2231 volte, scaricato 49 volte

vicino Varallo, Piemonte (Italia)

Durante le uscite sono sempre in ascolto sul canale PMR 8-16 per Rete Radio Montana - se credete che una ricetrasmittente possa aumentare la sicurezza in montagna informatevi sul sito.
Negli ultimi tempi la Ciclabile Valsesia é stata completata prima con il tratto dei Dinelli da Balmuccia a Scopetta e poi con quello piú recente da Otra Sesia a Isolello. Con questa traccia la propongo quindi per intero, partendo addirittura da Varallo, ma considerate che fino a Balmuccia si pedala sulla statale, che nel week-end é piuttosto trafficata. La Ciclabile parte quindi da Balmuccia: si entra in paese attraversando il ponte e poco dopo si scende a sinistra verso le scuole medie, aggirandole per passare sotto la statale e raggiungere il centro Monrosa Rafting. Si procede quindi fino al ponte, attraversandolo per entrare nelle gole dei Dinelli, dove il fiume Sesia ha eroso le rocce per millenni scavando un tortuoso percorso diventato il paradiso dei canoisti. Nel mezzo delle gole un sentiero di pochi metri porta su un pulpito di roccia dal quale si gode il panorama completo sulle rapide. In questo tratto si incontra anche un bel salitone che non sono mai riuscito a completare in sella perché a metá raddoppia la pendenza e la lingua mi si impiglia nei raggi ...
Raggiunto il ponte romano si torna sull'asfalto da Scopetta a Scopa, meno di due chilometri: in fondo al rettilineo entrando in paese si svolta a sinistra verso la chiesa, oltre la quale si percorre la passeggiata bordo fiume fino ad un altro ponte, attraversato il quale si puó scegliere se proseguire in piano sulla destra verso il Baruffa (bar-ristorante) o seguire la traccia affrontando la bella salita nel bosco fino al ponte di Chioso e quindi Scopello. Ancora un chilometro di asfalto e appena prima del ponte di Pila superiamo la sbarra sulla sinistra che ci riporta sullo sterrato fino a Piode: anche qui poche centinaia di metri su asfalto è ancora a sinistra prima del ponte, proprio davanti al Ristorante dei Pescatori. Piú avanti, prima di raggiungere il ponte delle Quare, si incontra un'altra salita, breve ma impegnativa. Sul lato opposto, dopo pochi metri su asfalto, si scende subito a destra nel largo fondovalle di pascoli per proseguire fra i boschi fino a Campertogno. La salita della mulattiera che ci porta alla fresca "fontana del leone" in Frazione Carata imporrá una piccola sosta (si puó evitare la mulattiera proseguendo sulla strada asfaltata aggirando la frazione ma si perde l'antica fontana).
Superando poi il ponte del mulino si raggiunge la Frazione Rusa, un bel paesino arrampicato sulla costa con l'elegante piazzetta della chiesa e alcune case ornate da decorazioni dipinte. In fondo alla discesa dopo Rusa si prende lo sterrato sulla sinistra ed in breve si raggiunge Otra Sesia. NON si attraversa piú il ponte: il nuovo tratto prosegue diritto oltre le case e taglia di netto un bosco di larici altissimi. Raggiunta la localitá Isolello si sale sulla statale e si attraversa il ponte vecchio per imboccare la strada che porta a Riva Valdobbia e quindi ad Alagna, percorrendo quella che in inverno diventa una pista per lo sci di fondo. Un paio di miacce (tradizionali crêpes di farina imbottite di golositá dolci o salate), una birra, e siamo pronti per il ritorno! ... sará un piacere ripercorrere in discesa le stradine nei boschi, senza quasi toccare i pedali per chilometri e chilometri.
Il lungo tempo di percorrenza indicato é dovuto alle soste foto e alla ridotta velocitá del gruppo: in realtá il tratto Balmuccia-Alagna puó essere percorso in metá tempo.

Commenti

    You can or this trail