-
-
2.160 m
1.045 m
0
5,5
11
22,03 km

Visto 1776 volte, scaricato 39 volte

vicino Filettino, Lazio (Italia)

Il monte Viglio elegante e mastodontico, si staglia poderoso e con i suoi 2156 m è la cima più alta dei monti Cantari. La salita più semplice e classica per arrivare in vetta è quella che inizia dal valico di Serra S. Antonio sopra il paese di Filettino, il comune più alto del Lazio. Dalla cima lo sguardo spazia dal Gran Sasso, al Velino, dalla Majella al territorio del Parco Nazionale d'Abruzzo.
Il primo tratto del percorso da Filettino fino al valico di Serra San Antonio è in asfalto, in alternativa è possibile percorrere parte, della mulattiera del Fosso della Moscosa, che conduce all'omonima fonte. (Noi siamo partiti dal Valico di Serra San Antonio). Da fonte della Moscosa tenendosi a sx si segue all'interno di una valletta, il percorso meno ripido, che giunge a Monte Piano. Proseguendo in salita, si superano le creste dei monti Cantari, per ridiscendere leggermente verso il Gendarme, un enorme roccione che si aggira sulla dx. Continuando su tratto sconnesso e roccioso si giunge in vetta (Nota: dalla Fonte della Moscosa, fino alla vetta del Viglio, i tratti pedalati sono minimi, ma la spettacolarità del panorama distoglie dalla fatica accumulata). Finalmente arriva la ricompensa: dalla dorsale opposta a quella da dove si è saliti, si inizia a scende in stile free. Giunti a quota 2030 circa, si devia verso dx seguendo il sentiero che più in basso entra nella faggeta, da dove un magnifico single trek scende in Val Granara. Concludendo, con un ultimo sentiero, da non sottovalutare, si rientra a Filettino.

Commenti

    You can or this trail