Scarica

Distanza

18,21 km

Dislivello positivo

1.167 m

Difficoltà tecnica

Difficile

Dislivello negativo

1.167 m

Altitudine massima

1.500 m

Trailrank

39

Altitudine minima

545 m

Tipo di percorso

Anello
  • Foto di Monte Navegna per l'Obito e Le Forche con discesa per il sent. 332
  • Foto di Monte Navegna per l'Obito e Le Forche con discesa per il sent. 332
  • Foto di Monte Navegna per l'Obito e Le Forche con discesa per il sent. 332
  • Foto di Monte Navegna per l'Obito e Le Forche con discesa per il sent. 332
  • Foto di Monte Navegna per l'Obito e Le Forche con discesa per il sent. 332
  • Foto di Monte Navegna per l'Obito e Le Forche con discesa per il sent. 332

Tempo

4 ore 38 minuti

Coordinate

2698

Caricato

12 settembre 2018

Registrato

settembre 2018
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
1.500 m
545 m
18,21 km

Visualizzato 485 volte, scaricato 17 volte

vicino a Castel di Tora, Lazio (Italia)

12.9.2018 - Premesso che si tratta di un itinerario pensato sulla carta e provato, ne è uscito un giro che a me è piaciuto molto ma della tipologia che qualcuno potrebbe detestare, per lo spingismo, per la particolarissima discesa su fondo smosso, per le porzioni di sentiero allo stato brado, riservato quindi agli amanti del genere.
Un'alternativa al già conosciuto trail delle Forche di Ascrea, a patto di essere disposti a spingere la bici, sempre in un ambiente vario e bello.
Partenza su asfalto fino ad Ascrea, poi cementata e sterrata nella gola dell'Obito per prendere un bel sentiero nel bosco con molte porzioni pedalabili e di nuovo sterrata fino alle Forche, da qui spingismo e portage, per un tratto anche ripido, fino in vetta.
Inizio della discesa su prato puntando il Lago del Turano e poi netto sentiero breccioso con alcune contropendenze fino a un abbeveratoio, segue una parte un po' sporca e con sassi smossi fino a entrare nel bosco dove poco dopo il sentiero diviene ripido tratturo, qui si mettono alla prova le capacità di guida su smosso, necessario un bell'impegno per mantenere costantemente in assetto la bici.
Si raggiunge ora un fontanile dove si devia a sinistra per seguire un altro pezzo di bel sentiero (ancora sassi smossi) fino al termine della gita.
ATTENZIONE al km 17,0 il giro è praticamente finito e mancano soli 350 mt alla provinciale, qui si deve girare a destra anzichè a sinistra come riportato sulla traccia, scendere quindi logicamente per 120 mt di tratturo molto smosso (ancora non ci si può rilassare) e infine 230 mt di ripida cementata , la variante qui indicata è frutto di un errore di pianificazione ed è assolutamente da evitare.
Cicloalpinismo, cicloescursionismo, avventura, capacità di guida avanzate, solo esperti.

Vedi anche:
https://www.wikiloc.com/mountain-biking-trails/forche-di-ascrea-e-obito-trail-26155804

Vedi altro external

Commenti

    Puoi o a questo percorso