Scarica
caoos

Distanza

49,13 km

Dislivello positivo

2.189 m

Difficoltà tecnica

Per esperti

Dislivello negativo

2.189 m

Altitudine massima

2.123 m

Trailrank

32

Altitudine minima

198 m

Tipo di percorso

Anello
  • Foto di Monte Massone giro cicloalp
  • Foto di Monte Massone giro cicloalp
  • Foto di Monte Massone giro cicloalp
  • Foto di Monte Massone giro cicloalp
  • Foto di Monte Massone giro cicloalp
  • Foto di Monte Massone giro cicloalp

Tempo in movimento

5 ore 22 minuti

Tempo

11 ore 33 minuti

Coordinate

6480

Caricato

23 maggio 2021

Registrato

maggio 2021
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
2.123 m
198 m
49,13 km

Visualizzato 110 volte, scaricato 5 volte

vicino a Ornavasso, Piemonte (Italia)

Giro da evitare se non amanti del genere , belli i panorami ma tenete conto almeno 1200m di portage e spintage , anche in discesa per qualche tratto. Molto tecnico e tanti alberi caduti nel bosco .
Sono pochi i tratti pedalabili,
Il finale strepitoso su sentiero T2 da fare a fuoco in sella .
Per il resto bonne chance

nel dettaglio: si parte da Ornavasso, comodo parcheggio isolato. Poco asfalto, e ci si ritrova ai bordi di una falesia, palestra di roccia. Arriviamo cosi all'inizio della linea Cadorna. Da qui inizia la salita tutta tornanti, buon fondo sassoso , si pedala tutta. Già qui il panorama rende. La salita è tutta esposta a sud baciati dal sole, quindi fatela la mattina presto per via della calura. Possibile visita alle trincee. Arrivati ben preso al forte Bara, qualche foto tra i mezzi militari, e piccolo transito a piedi. La traccia prende un single trek ed inizia a scendere, qualche sasso grosso, ma si fa in sella con tecnica . Arrivati alla salita purtroppo i tratti pedalati saranno pochi. Spintage, portage , alberi caduti ....insomma un bel calvario, qualche trincea da attraversare, e sempre poco pedale. Finalmente si incrocia una jeeppabile e si riprende a pedalare. Qualche salita assassina sino all'asfalto.
Tutto questo tratto è evitabile salendo direttamente via asfalto ma vi perderete la linea Cadorna.
Il giro prosegue salendo con lento pedale sino all'alpe Cortevecchio dove finisce l'asfalto, proseguiamo la salita in sella ma per poco. Il tratto di salita alla vetta del Massone si fa tutta in portage...Panorami stupendi sino alla vetta dove la vista a 360° ripaga dalle fatiche , se la giornata è bella si vedono i diversi 4000 metri a nord.
Inizia la discesa...e che discesa, culo stretto , qualche tratto a piedi , attenzione al primo tratto molto esposto, poi diversi tratti distrutti e scavati quindi qualche tratto in Freeraid , altri a piedi. Arrivati all'Alpe Morello sotto asfalto, si scende poi si risale per andare a prendere il più bel tratto della zona, il sentiero T2. Questo si fa in sella tutto, sassi fissi , poco smosso , una vera goduria.
Sbucati su asfalto prosegue facile per strade secondarie e sterrati sino al parcheggio.

Commenti

    Puoi o a questo percorso