-
-
776 m
292 m
0
11
23
45,91 km

Visto 69 volte, scaricato 1 volte

vicino Monte Porzio, Lazio (Italia)

Uscita con gli amici del CAI (Club Alpino Italiano).
Il lago Albano riflette un cielo azzurro slavato, l'aria fredda condensa il respiro, e le condizioni sono buone per cominciare la giornata in sella.
Si pedala su asfalto, almeno per i primi chilometri, impegnando subito la salita che porta a Marino, dove si entra nel caratteristico borgo medioevale. L'odore dei panifici, con la fragranza del pane appena cotto, riempe l'aria e la tentazione di fermarsi è forte ma, senza indugi, si prende un sentierino appena fuori il centro urbano, lambendo un costone dal quale la vista sul lago appaga la determinazione a continuare. Un tratto assai divertente, dove il fondo buono e semplice non deve trarre in inganno perché un paio di passaggi potrebbero mettere in difficoltà.
Si giunge quindi a Pian dei Gerri, quota 650 mt, con vasti prati e colline a farne da cornice. Il panorama bucolico segna l'appropinquarsi ai Pratoni del Vivaro, dove mandrie di cavali pascolano tranquilli. Beati loro, perché da qui si inizia a pedalare con pendenze più arcigne, visto che prende l'abbrivio il vero obiettivo della passeggiata: Monte Artemisio. Il gruppo dell'Artemisio è caratterizzato da tre cime: Peschio, Maschio dell'Ariano e, appunto, Artemisio. Noi puntiamo su quest'ultimo, a 812 mt.
A parte la pendenza e la lunghezza del tratto, non ci sono passaggi tecnici impegnativi e se si ha un allenamento sufficiente, ci si diverte a rimirare il paesaggio e a sperare nel rapido scollinamento, con l'idea di godersi lo spettacolo del lago dal privilegiato punto di osservazione che è Nemi. Deliziosa cittadina appollaiata su un cengia, con vista lago, dove c'è una fontana con la quale è possibile ricaricare le borracce con un'acqua leggermente frizzante. Si esce dal borgo imboccando un sentiero che rimane inizialmente in quota, poi, gradualmente, si scende verso il lago, imboccando a questo punto l'asfalto della strada dei laghi. Si può decidere di fiondarsi a valle, verso la via del ritorno o, se si ha fame, ci si può fermare presso un tipico rivenditore di panini con la porchetta, situato lungo la strada che, garantisco, vale la pena.
Buona pedalata!

Commenti

    You can or this trail