ivanmart
  • Foto di Matese San Potito-Pastronico-Bocca della Seva-Vall.Cusanaro-San Potito
  • Foto di Matese San Potito-Pastronico-Bocca della Seva-Vall.Cusanaro-San Potito
  • Foto di Matese San Potito-Pastronico-Bocca della Seva-Vall.Cusanaro-San Potito
  • Foto di Matese San Potito-Pastronico-Bocca della Seva-Vall.Cusanaro-San Potito
  • Foto di Matese San Potito-Pastronico-Bocca della Seva-Vall.Cusanaro-San Potito
  • Foto di Matese San Potito-Pastronico-Bocca della Seva-Vall.Cusanaro-San Potito

Tempo  6 ore 42 minuti

Coordinate 3916

Uploaded 30 maggio 2017

Recorded maggio 2017

-
-
1.545 m
254 m
0
12
25
49,48 km

Visto 705 volte, scaricato 26 volte

vicino San Potito Sannitico, Campania (Italia)

Un vero e proprio "viaggio" in luoghi del Matese che non visitavo da oltre venti anni. Sicuramente il giro più bello e completo da me pubblicato fino ad oggi. Peccato per circa un km ( Correggo a poco piu di un km )da fare a piedi nel bosco sotto la cima del M. Pastronico. Per il resto tutto completamente pedalabile, splendidi paesaggi e stupende discese, L'ultima molto tecnica.

16 commenti

  • gioruggieri 2-giu-2017

    Ivan le due foto presenti all'estrema destra mi puoi dire dove le hai fatte? Sei sceso per San Pasquale?

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 2-giu-2017

    Sono scattate appena prima della sella tra il Pastronico e Pesco Lombardo

  • Foto di Ralf04

    Ralf04 3-giu-2017

    ciao Ivan complimenti per il giro!! ... lo farò anche io!!...ti chiedo cortesemente a quale km inizia il percorso a piedi e se presenta, in tale tratto , qualche particolare insidia..
    grazie e buon divertimento per il prossimo tour
    Ralf

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 3-giu-2017

    Gosso modo dal 14 e rotti al 15 e 700 un po piu un po meno. Il traverso sotto al monte Pastonico a 1400m . Se ingrandisci la traccia sul Pasronico, si intuisce uno sterrato, ad un certo punto finisce e riprende tutto a destra dopo il bosco. In realtà quello che si vede a destra è il sentiero della foto. I primo 500m circa di tratto a piedi è molto agevole e si fa su una traccia abbastanza visibile. Il resto è meno agevole ma senza nessuna difficoltà particolare se non le foglie che ti fanno scivolare. Se sei abituato a mettere la bici in spalla è una voltata. Io non lo sono ....
    Se hai bisogno di altro chiedi pure.

  • Foto di Ralf04

    Ralf04 3-giu-2017

    ..grazie 1000 per la tua cortese disponibilità!!!!!

  • Foto di prince66

    prince66 17-mag-2018

    Ciao Ivan sarei molto interessato a copiare questo giro bellissimo ... siamo un gruppetto da Napoli e vorrei sapere un po' che tipo di pendenze , fondo terreno e discese troveremo . Nella sintesi abbiamo delle E.bike con escursioni generose per discesa e delle front , cosa mi suggerisci ?
    O se hai qualche altra traccia belle sia come paesaggi che come discese ( le predilegiamo)
    grazie

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 17-mag-2018

    Se avete delle E-Bike manco a chiederlo, per quanto mi riguarda sono il futuro, non si discute.
    In ogni caso partendo da san potito, ci sono i primi 6km di asfalto con pendenze anche importanti ma nulla di estremo. Lasciato l'asfalto, si procede lungo la sterrata carrozzabile senza problemi fino all'enorme vasca di accumulo che è a qualche km dal parco D'amore ( il primo grosso pianoro che incontrate ad 1 km dall'asfalto). Li si prende a dx sempre lungo sterrata per un po fino a trovarsi sotto un tratto molto ripido di un centinaio di metri quindi nulla di grave.
    Come scrivo anche nella descrizione, attraversato il secondo campo e guadagnata quota sotto al Pastronico, c'è da fare più di un km a piedi nel bosco: Si tratta di mantenere la quota quindi, anche qui nulla di difficile anche se scomodo. Tieni presente che io l'ho ripetuto anche con le borse da bikepacking piene per un giro di piu giorni fatto successivamente.
    Riguadagnato il sentiero la traccia porta sotto una strada sterrata che buone gambe fanno, io l'ho fatto a piedi per un centinaio di metri. In cima, Iniziano le discese. Prima su sterrato fino a Erbaneto da li si sale aBocca delle Selva per poi di nuovo discesone sul il sentiero CAI fino capo di campo. Sentiero molto bello, anche se dopo l'inverno troverete sicuramente tanti rami. Salto tutta la parte del ritorno fino di nuovo a Parco D'Amore da dove si prende la strada sterrata per scendere a Piedimonte per poi lasciarla ed imboccare il sentiero enduro tenuto sempre pulito dai ragazzi del DH San Potito.Finito quello siete alle macchine. L'imbocco di quest'ultimo è molto nascosto quindi seguite bene la traccia. Vi consiglio vivamente di farlo, non ve ne pentirete.
    Per Altri consigli, diciamo che le tracce che ho postato qui su wl sono quelle che reputo degne di essere fatte. Mai Banali e mai ripetitive

  • Foto di prince66

    prince66 17-mag-2018

    Sara da fare !
    x sabato organizzo il truppone grazie mille

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 17-mag-2018

    Ok magari semi daiunora prendiamo un caffè assieme

  • alfi cotica 16-ago-2018

    Ciao,il tratto nel bosco che hai fatto a piedi a salire è segnato? Ci sono fettucce,segnali del cai .....etc etc

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 16-ago-2018

    No. Basta mantenere la quota

  • Foto di Erica Collacchi

    Erica Collacchi 2-set-2018

    Ciao. Complimenti per la traccia. Volevo sapere se dopo piogge il fondo regge o è inavvicinabile. Grazie 😊

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 2-set-2018

    Direi che puii andare tranquilla. Ovvio che magari sui discesoni ci vuole un po di attenzione in piu.

  • Foto di Erica Collacchi

    Erica Collacchi 2-set-2018

    Perfetto. Grazie per la disponibilità 😁

  • Foto di Erica Collacchi

    Erica Collacchi 2-set-2018

    Scusami ma che percentuale di asfalto c'è..?

  • Foto di ivanmart

    ivanmart 2-set-2018

    In totale meno di 10km.

You can or this trail