-
-
600 m
144 m
0
8,0
16
31,89 km

Visto 629 volte, scaricato 34 volte

vicino Caneve, Trentino - Alto Adige (Italia)

Classicissima dell'Alto Garda il giro delle Marocche! E' l'itinerario ideale per chi è a inizio stagione e ha ancora le gambe "legate" per affrontare tragitti più sostanziosi.
Partiamo dal parcheggio accanto al ponte sul Sarca ad Arco, e proseguiamo in direzione Prabi. Giunti al Ponte Romano di Ceniga, teniamo la sinistra, sullo sterrato che prosegue pianeggiante tra le campagne.
Una volta tornati su strada asfaltata, proseguiamo 50 m circa e sulla sinistra notiamo il cartello "percorso alle cavre": seguiamolo e torneremo su una comoda sterrata che si inerpica
dolcemente fino al Campo Sportivo di Oltra; seguiamo le indicazioni per il Lago Bagatol e ci
troveremo a pedalare sul nuovo sentiero sterrato (fino a pochi mesi fa, parte del sentiero era da
fare con la bici in spalla!) che ci porta fino ad un punto panoramico da cui potremmo ammirare la
valle delle Marocche e in lontananza il Monte Brione.
Proseguiamo lungo la strada sterrata, finchè ci troviamo dinnanzi al bivio che scende verso il lago Bagatol. Noi decidiamo di salire ancora, seguendo la direzione Pietramurata. Ci troveremo a pedalare tra suggestivi boschi di alte conifere, un paesaggio che ricorda le grandi foreste del Nord America!
Al bivio successivo abbiamo 2 alternative: o continuare a salire, fino a raggiungere il punto panoramico di Bene, da dove poter vedere le Marocche nella sua interezza e poi scendere, oppure prendere direttamente la discesa che ci porterà a valle. Una volta in fondo, prima della sbarra, svoltiamo a sinistra, lungo un single trail che parte in salita, indicato da un cartello con la scritta Pietramurata. Questo sentierino ci porterà direttamente in zona Ciclamino, nei pressi di una pista di motocross. Superiamo l'albergo adiacente e raggiungiamo il paese di Pietramurata, che attraverseremo per raggiungere il ponte sul fiume Sarca e imboccare la strada che costeggia il Lago di Cavedine.
Ora pedaleremo su asfalto pianeggiante finchè, superato il lago, entreremo nella zona delle Marocche, costituita da grosse rocce di epoca glaciale, derivanti da una frana di enormi proporzioni avvenuta in zona.
Giunti allo stop decidiamo di salire fino al Castello di Drena, e da qui seguire la Via Braila che ci porta direttamente al piccolo e suggestivo abitato di Braila: per far questo prendiamo la strada in discesa sotto al castello, che attraversa il paese; seguiamo le indicazioni per l'Open Air Gallery e successivamente per Braila. Superato il piccolo borgo, la strada scende velocemente verso Massone, passando a fianco delle numerose pareti rocciose dove si radunano sempre climbers da tutta Europa.
Attraversiamo il ponte sul Sarca e siamo nuovamente alle macchine.

In conclusione, giro per niente difficile, adatto anche a chi ha ancora poca gamba, ottimo allenamento per i mesi invernali.

Commenti

    You can or this trail