-
-
1.833 m
989 m
0
5,8
12
23,23 km

Visualizzato 222 volte, scaricato 15 volte

vicino a Leonessa, Lazio (Italia)

Giro all mountain tra i monti Reatini al cospetto del Terminillo.
Si parte da vicino alla porta di Leonessa per poi percorrere la Vallonina fino a intercettare sulla nostra destra una carrareccia che viene indicata come parte del cammino di San Benedetto. Pendenza media 12% ma il fondo agevole fa sì che l'ascesa sia tranquilla. Si giunge finalmente su un bel piano, sotto colle tavola e accanto ad un laghetto si intercetta un single track che porta dritto nel bosco. Sempre segnato in giallo (troviamo anche segnali CAI bianchi e rossi). Dopo qualche centinaio di metri in salita svolteremo a destra per continuare su un lungo tratto in saliscendi, a tratti spingendo visto il copioso strato di foglie che nasconde sassi. Intercettato il sentiero 402 lo seguiremo praticamente per il resto del giro. Il fondo non è sempre agevole e spesso ci si ritrova appiedati ma diciamo che si pedala al 70%/80%. Passeremo tra faggete interminabili e coste prative ripide (nonché fango stile sabbie mobili in sporadici punti) fino ad arrivare ai piedi del monte corno, del quale risaliremo il crinale a mezzacosta spingendo. Superato il rifugio si segue la carrareccia che porta verso il monte Tilia, del quale si guadagnerà la cima con spingismo su un muro che arriva al 45%. Dopo una meritata pausa si scende su sfasciume di pietra e poi su costa a fondo leggermente roccioso fino al laghetto e agli impianti. Qui, invece di fiondarmi subito sulla pista da DH ho iniziato a seguire una traccia naturale non segnata, a tratti molto debole, che mi ha portato su un single track agevole e pianeggiante con una bella vista sulla valle sottostante, fino a intercettare la linea del bike park, che all'inizio ho trovato agibile, poi dopo l'incrocio per la torre c'era così tanto fango che le ruote non giravano più. Mi sono quindi dovuto accontentare della blue line. Sicuramente tornerà fattibile con qualche giornata asciutta. Dalla base degli impianti di risalita si torna su comoda asfaltata fino alla macchina. Giro per chi ha voglia di qualcosa di un po' wild, con panorami molto belli e la quasi certezza di non incontrare nessuno. Tutto questo al prezzo di qualche tratto a spinta ma per gli amanti del genere è ordinaria amministrazione.

Commenti

    Puoi o a questo percorso