Tempo  6 ore 49 minuti

Coordinate 6821

Caricato 4 novembre 2017

Recorded novembre 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
1.702 m
1.101 m
0
12
25
49,31 km

Visto 3111 volte, scaricato 128 volte

vicino Santo Stefano di Sessanio, Abruzzo (Italia)

Giro molto bello e panorami a spasso per le piane di Campo imperatore esplorando e scoprendo vallate nascose e piene di bellezza selvaggia, tipica di questi luoghi. Si arriva fino a 1700 mt quindi è consigliabile portare con se abbigliamento adatto in caso di repentini cali di temperatura, possibili qui. Acqua lungo il percorso scarsa anche se ci sono diverse fonti, ma molte sono a secco.
Partenza da Santo Stefano in Sessanio, dove c'è già il primo laghetto. Si prosegue su asfalto ma subito inizia la sterrata. Subito una salita con pendenze impegnative anche se in quel tratto torna l'asfalto. Al km 3 bivio. E' possibile fare il giro sia a SX che a DX. Questa volta siamo andati a DX ma la traccia di SX è più facile e più pedalabile. Entrambe portano alla piana dove c'è la chiesetta di S. Eusanio al km 12.5. Giriamo ad dx e scendiamo su una comoda carrareccia su una piana coltivata e recintata (per proteggersi dai danni dei cinghiali), ma comunque il transito è consentito ai biker, basto solo avere l'accortezza di richiudere i cancelli. Al km 4.7 c'è il secondo laghetto, ridotto di questo periodo a poco più di una pozza. Al km 5.2 c'è una fonte, ma era in secca. Si attraversa tutta la piana fin quando la strada diventa una traccia singola e poi quasi si perde, ma non ci si può sbagliare.. bisogna svalicare ed al km 7 bisogna scendere e cominciare a spingere per 700-800 mt, dopo la strada benché ancora in salita torna ad essere pedalabile. Al km 9.1 fine salita. Ci sono degli abbeveratoi in acciaio e poco più giù nella vallata uno stazzo. Il percorso continua tranquillo in discesa. Al km 11 si arriva in una seconda vallata con strada in asfalto. Consiglio di deviare sulla sx per una visita veloce alla chiesetta di S. Eusanio. Riprendendo la via si prosegue e al km 13.2 c'è il laghetto nr3 (lago di Filetto), anche in questo caso ridotto al minimo. Dopo qualche km di salita si arriva al km 14.7 dove si incrocia la SS17: a questo punto ci sono due possibilità: attraversare la statale e procedere su una carrareccia (ma non lo consiglio... la strada parte bene ma poi diventa impegnativa, con pendenze importanti) oppure procedere a dx sull SS17. Al km 20.5 sulla destra e dall'alto si vede il laghetto nr4. Si gira quindi a dx e si prosegue su sterrata. Al km 22.1 il laghetto nr5 (Laghetto di Barisciano). Al km 24.7 il laghetto nr6 (Laghetto di Passaneta). La strada prosegue piacevole su una sterrata. Al km 25.3 ci sono delle rovine, credo di una chiesa. Si procede tranquillamente sui piani di campo Imperatore ed al km 27.7 si arriva al rifugio Racollo: una sosta è d'obbligo. Qualche metro più avanti il laghetto di Racollo che sarà il nostro laghetto nr7 ed anche l'ultimo della giornata. Si procede per qualche centinaio di metri su asfalto per poi rientrare sulla sterrata al km 30.4. Al km 30.8 c'è una fonte con acqua. Rimpiamo le borracce e procediamo. Uno strappo di 1.2km ci fa guadagnare velocemente 100mt di dislivello; alla fine della salita si gira subito a dx in direzione Calascio (dritti si arriverebbe a Castel del Monte): una fonte senza acqua presente. La discesa di per se non è impegnativa ma la breccia riportata sulla strada crea insidie e può rivelarsi fonte di cadute se non presa correttamente, quindi occhi aperti. Al km 34.4 altra fonte dove sgorga giusto un filo d'acqua. Al km 41.8 finisce la discesa e girando a DX si procede verso Calascio con uno strappo che impone di scendere dalla bici, ma dura poco. Al km 44.3 di può decidere se "saltare" Rocca Calascio, come abbiamo fatto noi per mancanza di tempo girando a dx oppure girando a SX si procede verso la rocca con pausa e visita delle rovine. In entrambi i casi i due percorsi convergono al km 45.7. La strada sterrata procede tranquilla per 2 km ed al km 47.6 si incrocia l'asfalto. Si gira a SX e si chiude il giro a S. Stefano. In totale 1200 D+, quasi 50km che diventano qualcosa in più andando a visitare Rocca Calascio.

6 commenti

  • Foto di DavideMantini

    DavideMantini 14-ago-2018

    complimenti per la accuratissima recensione del percorso....oggi siamo partiti da Chieti e seguendo passo passo la sua traccia abbiamo replicato il giro...unico inconveniente la pioggia che dal bivio del lago racollo ci ha costretti ad uscire dalla traccia e proseguire sull'asfalto fino a castel del monte,calascio e poi santo stefano....comunque 65km mozzafiato dal punto di vista panoramico.
    grazie e complimenti ancora...

  • Foto di acons69

    acons69 15-ago-2018

    Grazie a te! Mi spiace per la pioggia

  • Foto di DavideMantini

    DavideMantini 18-ago-2018

    ci sono due tre fonti lungo i percorso...ma consiglierei di portare uno zaino con l'acqua...

  • Foto di Parmenione

    Parmenione 3-set-2018

    Fatto , in parte, due settimane fa.
    In parte perché il mio Garmin non caricava la traccia e sono andato a spanne.
    Al km 3 ho svoltato a sinistra anziché a destra, perché conoscevo già questo tratto avendolo fatto in precedenza.
    Ero avvolto da una bella nebbietta , che rendeva il panorama attorno "magico".
    Ho fatto visita alla chiesetta di Sant' Eusanio, peccato che era chiusa, in compenso sono stato aggredito da una nuvola di mosche e son dovuto scappare.
    Poi il pezzo di statale in salita (per forza) e poi giù attraversando i "laghetti", pozze d'aqua per il bestiame. La conca di questi laghetti è bellissima e cambia spesso fisionomia.
    Rifugio Racollo ed arrivo alla vasca con fontana, rifornimento d'acqua.
    La salita che parte sulla destra è tanto bella quanto impegnativa e mi ha costretto a spingere la bici.
    Al "passo", al bivio girare a destra e, come detto sopra, occhio al fondo insidioso, sabbia e ciottoli.
    Panorama come al solito bellissimo.
    Poco più avanti, non potendo leggere la traccia, ho avuto dei problemi.
    Anziché seguire la strada sterrata, che probabilmente mi avrebbe portato sulla statale e subito a Santo Stefano di Sessanio ho svoltato per una traccia sulla sinistra. Subito dopo ho chiesto informazioni ad un contadino, ho proseguito e mi sono ritrovato in mezzo al nulla, poi ,con non poche difficoltà, sono arrivato a rocca Calascio e a Sessanio.
    Panorami bellissimi, peccato che ci sono pochissimi cartelli con indicazioni.
    Grazie per aver condiviso la traccia.



  • Foto di DavideMantini

    DavideMantini 3-set-2018

    peccato che sono poco sfruttati...sarebbe bello fare turismo con la.mtb

  • Foto di Conte biker

    Conte biker 14-ott-2018

    I have followed this trail  verificato  View more

    Percorso molto bello e variegato. Unica pecca settimo/ottavo chilometro tratta di estrema salita da percorrere a piedi. Per il resto bellissimi paesaggi complimenti all’autore ed anche ai creatori dell’app. Sugli ultimi chilometri ho approfittato per girare al bivio di rocca calascio e visitare il castello. Solo un consiglio... attenti ai cani pastore perchè durante il percorso ne abbiamo incontrati diversi gruppi vicino le mandrie di bestiame in atteggiamenti poco amichevoli. Per il resto giro eccellente. Grazie

You can or this trail