-
-
451 m
0 m
0
12
24
47,86 km

Visto 239 volte, scaricato 4 volte

vicino Capranica-Scalo, Lazio (Italia)

Percorso molto bello ma anche abbastanza impegnativo, che riprende in parte quello della mia traccia https://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=6033948 che descrive un anello nel parco Marturanum ma, a differenza di quest’ultima, attraversa parte dei Monti della Tolfa per arrivare al castello di S. Severa. Vi sono alcune lunghe salite, anche dure, comunque sempre pedalabili; cosi’ come velocissime discese dove occorre molta attenzione sia per il fondo sdrucciolevole sia per lo stato del manto stradale. Ma e’ un’uscita dove si uniscono molti fattori che caratterizzano lo spirito della mtb, e le bellezze delle zone attraversate compensano delle inevitabili fatiche. Si parte dalla stazione FS di Capranica (FR3 Roma-Viterbo) e, dopo un breve tratto di strada asfaltata, ci si immette nella sterrata della vecchia ferrovia Orte-Civitavecchia. Dopo poco si incontra la prima galleria: luci obbligatorie perche’ a poche decine di metri dall’ingresso il buio e’ completo. Senza problemi particolari (in nessuna delle tre gallerie vi sono grossi problemi, solo attenzione a procedere lentamente tenendosi ai lati –dx o sx-, visto che il centro e’ occupato da blocchi di cemento bassi, ma che non consentono il transito), si attraversa il tunnel e si continua fino alla prima delle ex stazioni, quella di Barbarano-Veiano. Vale la pena soffermarsi a curiosare ed osservare l’architettura. Proseguendo, si incontrano la seconda e la terza galleria e, all’uscita di quest’ultima, qualche centinaio di metri oltre si abbandona la ferrovia a sx, immettendosi in una rampa sterrata un po’ dissestata. La rampa ci porta vicino al cancello dell’ingresso del parco Marturanum. Oltrepassato il cancello, al bivio si continua a sx in direzione Valle Fragola (zona molto bella e panoramica), continuando a sali-scendi fino ad arrivare ad un altro cancello. Si apre e si supera anche questo e, in discesa ripida e sconnessa, si giunge a Civitella Cesi. Continuando dritti si prende una sterrata che costeggia alcune strutture agrituristiche e conduce al ponte sul Mignone. Si esce sulla SP3A, si va a dx e, in poco meno di 3 km, si incontra sulla sx un’altra sterrata che passa a fianco di una fabbrica di parquet e si prosegue, in costante e dura salita, per quasi 4,5 km fino ad incrociare Via Rainone della Tolfa. Si prende a sx e inizia un altro bel salitone di circa 4 km, fino alla massima elevazione della giornata. Da qui in poi, quasi tutta discesa fino a S. Severa ! E’ possibile fermarsi presso la bella area di Macchia di Pian Sultano, con fontanile nei pressi (qui ci si puo’ immettere nella mia traccia https://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=9623922 , che descrive un giro da Manziana a S. Severa) per poi riprendere. Dopo una breve salita si giunge in un valico molto panoramico verso il mare, che prelude ad una fantastica e velocissima discesa, dove occorre molta attenzione sia per la velocita’ sia perche’ a tratti l’asfalto e’ dissestato. Alla fine del discesone, si bypassa l’A12 su un ponticello, si lascia a sx l’aviosuperficie e si prosegue per S. Severa Nord fino ad uscire sull’Aurelia. Con attenzione (ma si vede bene perche’ e’ un tratto con un lungo rettilineo) la si attraversa ed in breve, proseguendo verso dx, si incrocia a sx Via del Castello, che ci porta all’area archeologia di Pyrgi, alla zona del castello ed alla spiaggia. Per la strada dell’andata, si riattraversa l’Aurelia e si gira a dx per Via della Stazione dove si giunge alla stazione stessa, linea Civitavecchia-Roma.

Commenti

    You can or this trail