-
-
592 m
266 m
0
6,5
13
26,02 km

Visto 1039 volte, scaricato 49 volte

vicino Passignano sul Trasimeno, Umbria (Italia)

Eccoci a Passignano sul Trasimeno, caratteristico borgo incastonato sulle colline che si rispecchia sulle acque del lago. Non avendo preso parte al raduno del 5 novembre Lake Bike Park, organizzato da Lake Bike Store, storico negozio di bici di Passignano, approfittando dell'invito degli amici Umbri, Stefano Scott, Diego Natali e Andrea Nasini, che in questo fine settimana girano sui sentieri di casa, senza indugi ci si aggrega, fiduciosi di percorre qualche particolare single track, che solo i Local conoscono.

Da Passignano attraversata la zona pedonale, in breve si lascia l’asfalto, deviando si sale su strada bianca, si imbocca un maestoso viale di cipressi, il buongiorno si vede dal mattino! La sterrata continua con belle pettate, per poi lasciare spazio ad una mulattiera a tratti tecnica. Raggiunta la sommità collinare la vista sul lago è magnifica. Si sale ancora per poco per immettersi sul Folletto trail. Era ora che un gruppo di biker, sapientemente ha pensato di dedicare un trail agli Elfi, i famosi ed instancabili folletti del bosco, i trail bulding! Si scende veloci, serpeggiando lungo il flow, insaporito con tanti dossi e cunette sul finale, ma attenzione a non mancare la chicca del drop artificiale a fine pistino!

Si risale in cima, percorrendo il sentiero del fuoco e raggiunto il crinale ci si sposta sulla parte opposta, deviando verso la successiva discesa. Tratto pedalato ed ecco un cartello Palestra trail, il nome è alquanto superbo, evoca una sorta di timore, ma si è ottimisti, alla peggio dove non si riesce si scende! E’ un susseguirsi di lunghi tratti rocciosi, passaggi ostici, con gradoni di varie dimensioni, che si sfruttano per staccare da terra, sul finale un considerevole drop, da panico, con un atterraggio stretto e in contropendenza, o si è un buon biker o uno spettatore!

Una risalita appettata, del tipo direttissima conduce alla terza discesa, la Palestra II, Ci risiamo, speriamo di salvare la pellaccia anche su questo sentiero. Il trail è in fase di realizzazione, risulta da completare la prima parte, quella più semplice, il resto è analogo al precedente parecchio grezzo, tratti rocciosi con passaggi tecnici, uno in special modo, che diventa argomento di svariate prove, nel tentativo di riuscire a superarlo, addirittura usando tecniche e interpretazioni diverse. Continuando si intervalla una mulattiera scavata con canalette per finire ancora su roccia.

Attende un bel falsopiano e una lunga salita tecnica, che in e-bike vale quanto una discesa. Si è di nuovo in quota si imbocca la Martinella. La partenza flow, fa rilassare pochi secondi, poi lunghi tratti rocciosi meno scabrosi, da vero enduro, da fare in velocità, è goduria allo stato puro. Percorsa questa prima parte di discesa alquanto animata, raggiunto un caseggiato rurale, ci si ricollega alla strada bianca fatta in salita al mattino, ma è vietato scenderla! Si devia entrando nel girone dei ripidoni” un single track che scivolando giù taglia continuamente la sterrata, con una sequenza di ripidi a gogo, che tolgono il respiro. Niente male!

RIEPILOGANDO: straordinario tour, dal flow iniziale del Folletto, si passa agli esclusivi tratti naturali su roccia compatta gradonata, di Palestra e Palestra II, due belle gatte da pelare, con passaggi tecnici difficoltosi, per alcuni è necessaria una razione di audacia e concentrazione, concludendo con una adrenalinica Martinella, con ripidoni finali a raffica, su pendenze considerevoli. Giornata di riding strepitosa, conclusasi con soddisfazione, grazie al supporto dell’amico Stefano Scott, Diego Natali e Andrea Nasinie.
Il tempo di sgranocchiare una bruschetta e sorseggiare delle ottime bollicine artigianali, si rientra ai Castelli.
(2 dicembre ’17)

Commenti

    You can or this trail