• Foto di Faenza sulle colline, Castel Raniero, Olmatello, Api e 505 verso Brisighella
  • Foto di Faenza sulle colline, Castel Raniero, Olmatello, Api e 505 verso Brisighella
  • Foto di Faenza sulle colline, Castel Raniero, Olmatello, Api e 505 verso Brisighella
  • Foto di Faenza sulle colline, Castel Raniero, Olmatello, Api e 505 verso Brisighella
  • Foto di Faenza sulle colline, Castel Raniero, Olmatello, Api e 505 verso Brisighella
  • Foto di Faenza sulle colline, Castel Raniero, Olmatello, Api e 505 verso Brisighella

Coordinate 7699

Uploaded 26 marzo 2017

Recorded marzo 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
279 m
32 m
0
9,0
18
35,9 km

Visto 1850 volte, scaricato 89 volte

vicino Sant'Orsola, Emilia-Romagna (Italia)

Partenza da parcheggio Graziola a Faenza, primi chilometri di strade di campagna (semplici) macinati nei boschetti sotto via Castel Raniero; occhio prima di arrivare a Castel Raniero ad un bello strappetto che si sente tutto sulle gambe.
Scendiamo lungo via Rinaldini e all'altezza della villa giù a sinistra per una bella discesa adrenalinica, per poi tornare su verso via Castel Raniero in salita con tanti piccoli strappetti ma al fresco di un bosco.
Si sale seguendo via Castel Raniero ed entriamo nel cancello a sx in corrispondenza di Olmatello, da qui partono un paio di km di tracciato bello stretto tra alberi, radici, discese e salite secche molto bello e tecnico. (sosta panoramica circa a metà strada)
Usciamo da questo boschetto e ci infiliamo a sinistra, seguendo tutta via Berta (leggera pendenza ma anche una bella discesa rinfrescante).
Arrivati al bivio, giriamo a sinistra e subito si dovrebbe vedere il cartello della strada 505.
Imbocchiamo questo sentiero e seguiamolo, dapprima l'andatura sarà bella tranquilla, andando avanti la strada si farà sempre più ripida (le api) e dovremo mettere a dura prova i nostri "ammortizzatori naturali" e non, affrontando una bella discesa emozionante.
Adesso prendiamo via rio chiè, e seguiamola tutta verso sinistra.
La strada ha una pendenza abbastanza infame nel senso che è leggera ma è bella lunga e pian piano va aumentando, seguiamola fino a scollinare perchè ci aspetta una bella discesa!
Una volta superati 3 tornantoni in discesa, seguiamo il rettilineo e quando la strada gira a sinistra ci infiliamo a destra in una strada bianca con un podere affianco.
Ci aspettano 2-3 belle salite spezzagambe e fiato, dislivello di circa 250mt, ma una volta in cima ne sarà valsa la pena.
Raggiunto il podere in cima saremo di nuovo sulla strada 505;
In sella e ci aspetta un bel tratto bello tecnico con poca strada percorribile, calanchi e vallate da entrambi i lati, e tanti bei saliscendi.
In questa zona il panorama è da urlo!
Continuiamo a seguire il nostro sentiero e una volta usciti dai calanchi, risaliamo verso località Case Trebbo sul passo del Monticino.
Finalmente un pò di asfalto e discesa! scendiamo fino a Brisighella affrontando veloci le curve che ci si parano davanti.
Dopo l'indicazione per la Grotta Tanaccia, teniamo la destra e facciamo un bel taglio in fuoristrada tutto in discesa che ci porterà fino al parcheggio del santuario del Monticino.
Riprendiamo l'asfalto e la discesa verso Brisighella, dopo la Rocca, teniamo gli occhi aperti e prendiamo la strada pedonale sulla sinistra, che ci porterà a fare l'ultimo "godurioso" tratto simil downhill su strada sassosa fin dentro il centro del borgo medievale, dal quale, dopo una bella sosta, rientreremo verso casa.

View more external

1 comment

  • Foto di tcometom

    tcometom 1-set-2018

    I have followed this trail  verificato  View more

    Giro molto bello; il percorso si snoda per buona parte ai bordi dei campi coltivati, ovviamente bisogna sperare nella pazienza dei proprietari. Strepitosa la salita per raggiungere il sentiero 505 in cresta al calanco tra via Rio Chiè e Rontana, che ho già fatto una decina di volte; la fatica è premiata da una vista meravigliosa. In due punti il sentiero è franato, va fatta attenzione, ma se si scende dalla sella si riesce a passare. Il calanco è vivo e si muove.
    Nel complesso il percorso è di difficoltà media; la salita al calanco sul sentiero 505, così come il sentiero stesso sul calanco, sono invece impegnativi e richiedono un po' di attenzione.

You can or this trail