-
-
1.971 m
363 m
0
22
45
89,23 km

Visualizzato 1055 volte, scaricato 9 volte

vicino a Forni di Sopra, Friuli Venezia Giulia (Italia)

Quota di partenza, 875 m (Forni di sopra)
Quota di arrivo, 380 m (Villa Santina)
Quota max, 1973 s.l.m. (Forc. Croce di Tragonia)
Sviluppo: 90 km 
Dislivello: +3200 m. in ascesa - 5000 in discesa
Ciclabilità 98% 
Cartografia: Tabacco 1:25.000 Carnia Trekkig


Il giro parte dal parcheggio alle porte di Forni di Sopra, sale al Varmost, tocca casera Tartoi, Tragonia, sale al passo della Riesumiela, scende a casera Razzo, a forcella Lavardet e risale alla malga Malins per poi fare il giro delle malghe di Sauris. Non contenti si risale sullo Zoncolan e si scende lungo il bellissimo sentiero Ivano Cimenti ed il sentiero esposto da Lauco a Villa Santina. Giro dai bei panorami e di grande soddisfazione, anche se supportati dagli impianti di risalita per due tratti.
Di seguito elencati e commentati i vari passaggi:

Forni - Varmost: seggiovia
Varmost - Casera Tartoi: Discesa fino a m1650, seguire indicazioni per Tartoi con risalita fino al sent.211. Fino a Tartoi risulta tutta ciclabile in mezzo al bosco
Tartoi - Tragonia: tutto su forestale, si scende fino a m1462 poi si risale fino a m1760.
Tragonia - passo Risumiela m1973: 20/30' a piedi
Passo Risumiela - casera Razzo: tecnico S2/S3. Prima parte ciclabile, parte centrale rovinata dalle mucche, parte finale su forestale in falsopiano.
Casera Razzo - forc. Lavardet: asfalto in discesa.
Forc.Lavardet - albergo Pradibosco: sent.203 su pista forestale in salita a tratti molto ripida fino a casera Mimoias. Da casera Mimoias su sent.201/202 (diff S2) traccia incerta sull'erba fino al bosco. Poi diventa tecnico e divertente.
Pradibosco - casera Malins: breve tratto su asfalto poi salita fino a m1672 sul 204A su pista forestale a tratti cementata molto dura.
Casera Malins - casera Vinadia grande m1734: sulla forestale 204 fino a m1880a tratti cementata e con strappi. poi discesa fino alla casera.
C.ra Vinadia G. - c.ra Pieltinis - C.ra Gerona - C.ra Losa - C.ra Forchia: sterrato fino a Gerona poi un tratto di asfalto per riprendere lo sterrato seguendo la splendida Via delle malghe.
C.ra Forchia - passo della Forcella m1820: risalita con strappi cementati.
Passo della Forcella - Ovasta: breve discesa sulla Stentaria fino a quota m1600. poi discesa su sentiero tecnico (S2) in mezzo al bosco bello e divertente con tratto iniziale incolto ma pedalabile. dal cret di laveras discesa a picco fino ad Ovasta con primo tratto scavato dalle acque (breve tratto a piedi).
Ovasta - Comeglians: primo tratto in mezzo al bosco tra betume e piste forestali
Comeglians - Ravascletto - Zoncolan: SP465 (Comeglians m548 - Ravascletto funivia m907) poi salita in funivia fino a m1740.
Zoncolan - Malga Meleit: su forestale 158 discesa fino a malga Tamai (m1594) risalita su forestale fino a m1700.
Malga Meleit - Trischiamps su sterrato.
Trischiamps - Val su asfalto con breve risalita.
Val - Vinaio: sul bel sentiero Ivano Cimenti (diff.S1/S2) divertente in mezzo al bosco su letto di foglie.
Vinaio - Villa Santina: Asfalto fino a Chiaulas, poi seguendo le indicazioni Carnia bike, si giunge a Lauco su sentiero. dalla chiesa di lauco discesa su sentiero tecnico a tratti esposto.

Per chi come noi volesse dividere il giro in due giorni, c'è la consigliata possibilità di dormire (nel periodo estivo) all'accogliente malga Malins (Vittorio: 392 0027179) con ottima cucina ed un panorama ed una quiete che ripagano le energie bruciate per arrivarci. Lo spettacolo del tramonto sulle Dolomiti Pesarine, il fresco della mattina verso casera Vinadia, il bel giro delle malghe carniche, il bosco di Ovasta, il re Zoncolan con le sue discese ci hanno dato ancora una volta modo di vedere quanto è bello, vario e selvaggio il nostro Friuli.
Il ritorno a Forni per recuperare l'auto lo abbiamo effettuato con l'autobus.
Waypoint

C.ra Tragonia

Waypoint

Forc. Croce di Tragonia

Waypoint

Forc.Pieltinis

Waypoint

Forni di Sopra

Waypoint

Mga Malins

Waypoint

P.so della Forcella

Waypoint

Villa Santina

2 commenti

  • Foto di vittoriobesazza

    vittoriobesazza 13-gen-2019

    ...conosco quelle zone ...a piedi... nel corso di anni di frequentazioni...bravissimo come al solito x il percorso e la classe x affrontare dislivelli e difficoltà...

  • Foto di giginaty

    giginaty 13-gen-2019

    Grazie Vittorio, giro molto bello, non banale anche se affrontato in due giorni!! Grazie per i complimenti sempre graditi! Buoni giri

Puoi o a questo percorso