-
-
287 m
10 m
0
11
22
44,8 km

Visualizzato 194 volte, scaricato 5 volte

vicino a Cesano, Lazio (Italia)

Point to Point dalle due stazioni di Cesano e Marina di Cerveteri.
Per i primi 20 km si pedala principalmente su vie secondarie con traffico praticamente assente e strade bianche che attraversano le campagne a sud del lago di Bracciano. Al km 17, a causa erba un po' alta anziché proseguire dritti in direzione via Settevene palo abbiamo deviato a dx su asfalto. In altri periodi si è proseguito dritti fino alla centrale fotovoltaica. Superata via di Castel Giuliano inizia il tratto più bello e suggestivo, con alcuni singletrack veloci e divertenti e altri tratti molto panoramici.
Ci si avvicina alla zona delle cascate, senza però raggiungerle.
L'inizio del secondo singletrack al km 31 può risultare in questo periodo, maggio, un po' nascosto dall'erba alta ma c'è ed è ben tracciato sul terreno per cui, una volta trovato, sarà facile seguirlo fin giù dove termina su un ponte molto antico che collegava Castel Giuliano con Cerveteri. La discesa ricorda a tratti il più conosciuto snake, che si trova sempre da queste parti, con alcuni tratti scavati nel tufo e non presenta particolari difficoltà (vedi 2° foto).
La zona del ponte, detto degli Austriaci perché durante la prima guerra mondiale fu ristrutturato da alcuni prigionieri, è molto bello e ben conservato, simile come costruzione a quello diroccato sopra la cascata di Castel Giuliano.
Superato il ponte prestare attenzione perché bisogna seguire dritti lungo il sentiero per una decina di metri e poi andare a sx dove inizia un canalone in salita dove dovremo sicuramente spingere la bici per colpa del fondo costituito da pietre mosse e resti dell'antica strada (vedi 4° foto). La parte a spinta è lunga circa 200m.
Quando finisce il canalone, superato il tratto dove ci sono i resti dell'antica strada, si potrà riprendere a pedalare. A questo punto si può decidere di prendere un singletrack a sx, il secondo che si incontra, oppure proseguire dritti verso l'ultima discesa, il Boschetto.
Seguendo la traccia andrete a sx lungo una specie di anello dove il primo tratto è tutto pedalabile e flow mentre poi, quando incrocia la strada chiamata sassaiola, sarà per alcuni tratti difficile pedalare (vedi 5°foto).
L' ultimo singletrack, il Boschetto, ha caratteristiche Flow nei tratti iniziali e finali mentre nel mezzo ci sono un po' di rocce a rallentarci; non è mai ripido e si può fare in velocità.
Finito il Boschetto si pedala in direzione della porta d'accesso dell'antica città etrusca di Caere dove, alla sua dx, è stato creato un sentiero molto interessante che porta all'antica Necropoli passando nella suggestiva via degli inferi, descritta in altri miei giri. Stupendo.
Superato il parcheggio della Necropoli, la stazione di Marina di Cerveteri si raggiunge in circa 15 min di strade secondarie in leggera discesa.
Giro non troppo lungo, con poco dislivello, qualche tratto tecnico e con alcuni tratti a spinta in una zona, quella di Cerveteri, sempre molto bella e suggestiva e ricca di sentieri adatti a tutti i tipi di ciclisti.
Waypoint

Inizio Singletrack un po' nascosto

Waypoint

Ponte degli Austriaci

Waypoint

Inizio Boschetto

Waypoint

fine Boschetto

Waypoint

Inizio Singletrack

Waypoint

Fine Singletrack

Waypoint

Fine Singletrack

Waypoint

Inizio Singletrack

Waypoint

Fine Singletrack

Waypoint

Sentiero Necropoli

Commenti

    Puoi o a questo percorso