Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  4 ore 20 minuti

Coordinate 2733

Uploaded 23 aprile 2017

Recorded aprile 2017

-
-
928 m
150 m
0
8,6
17
34,57 km

Visto 1274 volte, scaricato 22 volte

vicino Marostica, Veneto (Italia)

Marostica - contrà Pianezzola - Chiesetta della Madonna del ciclista - SP72 fino Pradipaldo - via Fantini - Fontanelle - contrà Bielli - Tortima - contrà Turchia - Bissacca - Crosara - contrà Pianari - contrà Capitelli - Vallonara - Marostica

Bel giro da fare in senso antiorario e con un po' di allenamento perchè ci sono delle pendenze impegnative, anche se brevi, che possono tagliarvi le gambe.

Si parte dal centro di Marostica (io ho parcheggiato un po' fuori), si prende la strada per Vallonara ma la si molla subito per girare a destra in via Ponte Querello da dove, passato un cancello (solitamente chiuso) inizia la strada sterrata e la salita che è subito erta. Si supera la prima collina e, prima su strada sterrata e poi su sentiero, passando per contrada Pianezzola si giunge alla chiesetta della Madonna del ciclista dove si incontra la strada asfalta.
Si prosegue, con salita mai impegnativa, per qualche chilometro lungo al SP72 facendosi passare da macchine, moto e bdc fino ad arrivare a Pradipaldo dove si lascia la via principale per prendere via Fantini, a destra appena superata la chiesa. La salita ora è più impegnativa, ma il fondo asfaltato aiuta a tenere un buon ritmo.
Un paio di tornanti quindi si imbocca un sentiero sulla sinistra, il fondo è sassoso ed erto, per 200-300 metri ho spinto la bici a mano, poi diventa più pedalabile.
Si sale in mezzo al bosco fino ad una casa (penso sia contrà Balocca, ma non ne sono sicuro) il cui viale di accesso è di piante di ciliegio (vedi foto).
Qui riprende la strada sterrata che dopo un po' sfocia sulla strada principale che sale a Rubbio. Qui siamo nel punto più alto del giro a circa 900 m slm.
Si attraverso la strada e ci si addentra nuovamente nella "macchia", un po' di salita
e poi si inizia a scendere il mezzo al bosco fino ad arrivare a contrà Frighi prima, e poi a Fontanelle dove si incontra la strada che sale a Conco.
Al termine del viale alberato di accesso al paese c'è un piccolo edificio delle Poste Italiane, fermatevi li perchè la li si riprende la salita lungo una strada sterrata (nella mia traccia troverete una breve deviazione perchè pensavo partisse più avanti).
Si sale verso il monte Zanchi senza però arrivare in cima perchè a contrà Uchese si scende a destra verso Tortima dove si ritrova la strada che sale a Conco.
Attraversata la strada si prosegue su asfato costeggiando monte Busa e monte Alto che sono due collinette da cui si domina la pianura.
Arrivati a contrà Boffi la strada diventa sentiero e così rimane fino a contrà Turchia.
La seconda parte della discesa è fatta sul selciato della vecchia strada romana, personalmente vi consiglio di seguirla solo con tempo secco, il fondo è pieno di sassi lisci che con bagnato sono insidiosi, in caso di caduta poi il fondo è duro. Con una bici biammortizzata ci si diverte, con una normale si soffre un po' ma è comunque fattibile.
Si segue la strada romana fino a Crosara dove si incontra la strada che sale da Vallonara. Se ne avete abbastanza potete scendere su asfalto fino a Marostica, altrimenti c'è un altro tratto da seguire e prendere a sinistra verso contrada Pianari e poi scendere per un breve tratto lungo il sentiero del Sette.
Arrivati a riprendere la strada principale che sale da Vallonara, ci aspetta ora l'ultimo tratto di sterrato che, con tornanti abbastanza stretti arriva a Vallonara stessa.
Lasciate la strada principale ai ciclisti da corsa e prendete ora la pista ciclabile che corre a destra, rilassatevi e godetervi il panorama perchè il giro è finito.
  • Foto di Marostica
Marostica
  • Foto di vista del castello di Marostica
Vista del Castello di Marostica
  • Foto di Pradipaldo
Pradipaldo
  • Foto di Fuori dal bosco (contrà Balocca)
Fuori dal bosco

Commenti

    You can or this trail