Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  3 ore 35 minuti

Coordinate 2929

Uploaded 14 luglio 2016

Recorded luglio 2016

-
-
331 m
199 m
0
8,9
18
35,49 km

Visto 454 volte, scaricato 6 volte

vicino Colleferro, Lazio (Italia)

Da Colleferro si raggiunge la via Casilina in località Amasona, la si attraversa e si prosegue dritti in discesa; alla fine della discesa (asfaltata) si gira a sinistra sul tratturo che si deve seguire fini a poco prima di una bella fattoria rossa, dove si gira a destra e si raggiunge la cappella della Madonna di Zancati. In realtà io non ho girato subito ma ho proseguito fino ad incrociare la strada per S. Procolo (per verificarne la distanza) per poi tornare indietro. Ripartiti da Zancati si ripercorre un tratto del percorso di andata fino a sotto il villaggio di S. Maria Goretti dove si gira a destra in salita; si raggiunge e supera il villaggio (attenzione alle forature) e si prende la strada bianca (molto bella) in discesa che ci porta ad incrociale la via Palianense. Prima di incrociare la provinciale sono entrato a sinistra nei terreni dove una volta c’erano i vigneti del principe Ruffo. Ho fatto questa piccola deviazione per verificare la fruibilità di questo stupendo luogo (un tempo tutto percorso da strade bianche e sterrate); purtroppo ultimamente la proprietà è stata divisa in due con conseguente limitazione della percorribilità: io ho fatto un bel giro uscendo, però, da dove sono entrato: secondo me ne vale comunque la pena. Tornati sulla strada bianca si prosegue in discesa fino ad incrociare la provinciale per Paliano che si attraversa proseguendo su un grande prato seguendo dritti in avanti (si notano delle tracce di biciclette) fino a che si arriva ad una discesa superata la quale girando a sinistra si riesce ad entrare nel territorio dell’ex parco uccelli de “La Selva”: ancora bellissimo. Si può gironzolare a piacere all’interno del parco e, una volta usciti dal cancello principale si può proseguire verso Colleferro su via “Fontana Barabba” fino a riattraversare la via Casilina nello stesso punto dell’andata. Arrivati in prossimità della “Torraccia” si può scegliere se proseguire dritti sull’asfalto fino a Colleferro (località Pantano) o, come ho fatto io, girare a destra proprio vicino alla Torraccia e percorrere un primo tratto di strada bianca che, poi, si trasforma in tratturo che ci conduce fino alla strada dove c’è l’agriturismo Colle delle Rose (via Consolare Latina traversa prima) e da qui si ritorna a Colleferro (se avete paura dei cani evitate questa deviazione). Questo percorso prevede l’attraversamento di alcuni prati e di vari tratturi in erba è, quindi, consigliabile farlo dopo maggio quando i prati sono già stati sfalciati.

Commenti

    You can or this trail