-
-
408 m
-1 m
0
10
21
41,29 km

Visto 23 volte, scaricato 2 volte

vicino Villaggio Colostrai, Sardegna (Italia)

Bellezza 8\10
Difficoltà 8\10
Portage si (minimo)
Single track si

Nota. La traccia parte dalla Pineta Prumari a Colostrai ma noi in realtà siamo partiti da San Priamo (quindi non so se la strada per ragggiungere la pineta sia corretta) e dopo una prima parte pianeggiante che attraversa San Priamo e le sue campagne, si comincia a salire. La salita è ancora rovinata dall alluvione degli anni scorsi: in una decina di punti dove l acqua ha scavato enormi voragini occorrerà scendere dalla bici per scavalcare le pietre e i massi. In ogni caso la salita si può fare senza grossi problemi. Occhio che nonostante le pendenze non siano proibitive il terreno è molto tecnico causa tratti rocciosi che rendono più difficoltosa la pedalata. Giunti in cima ci si butta lungo il primo lunghissimo single della giornata. Il primo tratto ha pendenze molto ripide e alcuni passaggi tecnici. Ma poco dopo il single diventa piu scorrevole e divertente. Nella prima parte presenti alcune rampe. La seconda parte del single è pianeggiante ma bellissima, si snoda su uno stupendo sentiero immerso nell vegetazione. Occhio che gli ultimi metri sn caratterizzati da voragini ed occorre proseguire per alcuni metri a piedi. Giunti alle miniere si nota subito la devastazione provocata dalla furia delle acque. Un mare d detriti invade la valle. La discesa che porta ai caseggiati è molto rovinata. Occhio. Visitato il villaggio minerario, molto bello, ci si avvia verso la seconda salita d giornata. Alcuni km d asfalto abbastanza duri. Ultimo tratto in sterrato fino ad arrivare in cima. Qua c sará l imbocco del secondo single. Inizialmente occorre trascinare la bici x una ventina d metri circa e poi continuare ancora in salita x circa 100 metri. Poi giunti proprio nel punto più alto cn bellissima visuale su Muravera e sul mare, comincia l altra bellissima discesa. Prima parte tecnica cn alcuni passaggi estremi, adatta a chi ha manico. Quindi prudenza. Seconda parte invece molto piu scorrevole e veloce, molto stretta ma divertentissima. Si sbuca, dopo una decina d minuti d discesa, in prossimità del letto del fiume. Da qui si procede verso la ss 125 fino ad imboccare la salita d Baccu Arrodas. Molto tosta cn alcuni tratti molto duri. A metà salita possibilità d prendere un bivio sulla destra che permette d percorrere il single baccu arrodas (la mia traccia nn lo prevede ma potete trovarlo in altre tracce su wikiloc) che costringerebbe però poi a rifare nuovamente qst primo pezzo d salita. Giunti in cima si scende veloci su sentiero pietroso e rovinato. Occhio!!!
Infine un po d pianura e si ritorna al punto d partenza a San Priamo.

Commenti

    You can or this trail