-
-
747 m
12 m
0
16
32
63,67 km

Visualizzato 233 volte, scaricato 7 volte

vicino a Stazione, Lazio (Italia)

traversata dei Monti Ausoni in MTB dalla Stazione FS Castro Pofi alla Stazione FS Priverno Fossanova partendo dalla stazione più vicina alla nostra ubicazione un piacevole viaggio in treno in alternativa al solito viaggio in automobile, ecco di seguito un diario del piccolo viaggio in MTB nei Monti Ausoni
Ci si vede a Metro Ottaviano alle 06:30 con Piero (Leon) unico partecipante Pedalando che però ne vale 10.. + un mio amico il Cerasa.
Da li a Termini, biglietti, caffè, e binario 16 dove ci aspetta il treno di quelli nuovi tutto colorato è un sacco che non faccio viaggi treno bici, con sorpresa i posti bici previsti sulla prima carrozza sono solo 4.. a differenza dei treni precedenti dove ci andavano anche 15 biciclette, il viaggio scorre ovattato accompagnato dall’emozione di un giro impegnativo che non rifaccio da diversi anni e un po’ preoccupato se riuscirò a completare le due uniche salite che si dividono i quasi 1500 m di ascesa considerato che in questo periodo sono fuori allenamento, alla stazione di Castro Pofi Vallecorsa si scende rifornimento di acqua e su idea del Cerasa compriamo al super mercato presso la stazione una busta di caramelle al miele che ci faranno compagnia tutto il giorno.
5 km di strade secondarie tra graziose e fiorite villette per raggiungere l’attacco della 1 salita che i locali chiamano il Mostro, da loc. San Sosio tra Ceccano e Castro dei Volsci fin sulla groppa del M.te Siserno per guadagnare 550 m di quota in 6 km, da qui superbo panorama sulla piana dell’Amaseno e la corolla dei monti Ausoni in una giornata limpida e calda, una cavalcata di saliscendi in cresta una svolta a sinistra ed inizia la discesa a valle tra fondo in calcare battuto e cementata, ci fermiamo a Macchione borgo nei pressi di Giuliano di Roma, per una bottiglia di acqua fresca ma nel grazioso alimentari non si può resistere ad un pezzo di pizza ed una chiacchera con la simpatica proprietaria per curiosare le origini del luogo e come si svolge la vita di chi abita in una località disagiata e scopriamo con piacere che molti ragazzi qui nativi si sono laureati con il massimo dei voti nonostante i notevoli disagi per frequentare le scuole e ricoprono incarichi di rilievo.
Altra ripida discesa in cementata sul fianco del monte in un tunnel di verde, velocissimo tratto in asfalto per ritornare a quota quasi zero.. nella Valle dell’Amaseno e qui mi impiccio con le tante tracce caricate sul GPS complice pure il fatto che avevo cancellato la mappa di sfondo sul terminale, ed invece di traversare il bosco di Amaseno su strada sterrata imbocco la provinciale ma poco trafficata tra i campi verdissimi per non mancare all’appuntamento con la seconda piccola scalata, prima parte fino al paese di Pisterzo su asfalto ( non saranno passate più di 10 macchine) e 2 parte su carrareccia in calcare da Pisterzo alla Piana di Irio e la quasi cima di M. te Alto, questa è una variante suggerita dall’amico Marco appassionato ciclista MTB che abita in zona, in alternativa alla vecchia carrozzabile su calcare scassatissima che avrei fatto io per salire all’inizio della discesa della cava.
Ma è la controra e questo rende decisamente più tosta l’impresa la nostra ombra schiacciata sotto il movimento centrale fa da calamita con l’asfalto, chi sene frega ma ci regaliamo due soste di meditazione sdraiati all’ombra di grandi querce, ciò ha avvicinato il paese non poco finché ad un tratto appare: una manciata di antiche case su una collinetta.
A questo punto un è inevitabile pensare ad una birrrettta e gazzosa fresca, ma ci attende un altro simpatico incontro un grazioso centro terza età dove mi informo subito come presentare la domanda di ammissione.. Tutto da qui è piacevolmente più distante e sereno, simpaticissimi gli assistenti e gli ospiti con loro abbiamo scherzato e riso per un po’ sulle panchine all’ombra degli alberi del piazzale, poi al cospetto della chiesa Romanica in cima al paese sotto degli ombrelloni rossi di un grazioso bar ristora

Commenti

    Puoi o a questo percorso