Tempo  7 ore 48 minuti

Coordinate 2670

Caricato 20 agosto 2019

Registrato agosto 2019

-
-
114 m
1 m
0
7,7
15
30,67 km

Visualizzato 56 volte, scaricato 0 volte

vicino a La Reale, Sardegna (Italia)

Sbarcati a Cala reale iniziamo subito il viaggio in direzione cala Oliva, ai nostri lati strutture carcerarie in disuso e una caserma di carabinieri. Una breve deviazione alla torre e spiaggia del Tumburino e si ritorna sulla via cementata che conduce a cala Oliva. durante il percorso sorpassiamo il trenino carico di turisti che lentamente li trasporta al piccolo borgo.
Usciamo dal piccolo borgo di Cala d’Oliva e inforchiamo a destra il sentiero che ci porta verso Cala Sabina detta anche Cala dei Ponzesi e la sua suggestiva spiaggia di sabbia bianca e mare turchese.
Dopo la visita, ci ripromettiamo di fare il bagno al ritorno, proseguiamo l'itinerario; ora la strada cementata lascia il posto allo sterrato; Il sentiero per raggiungere il faro è difficile ed impegnativo ma la fatica è alleviata dallo spettacolo che ci regala la Cala d’ Arena e la sua sabbia dalle sfumature rosso corallo circondata da un caratteristico boschetto di ginepri.
Poco dopo arriviamo al Faro di Punta Scorno. Siamo finalmente arrivati all’estremo nord dell’Isola. Raggiungerlo è stata una vera conquista ma la sensazione che si respira di fronte a quell’imponente struttura sembra irreale. Avvolto da una solitudine e un silenzio spezzato solo dal vento, dal mare e da qualche volo di uccello. Ora il ritorno per la stessa via e tuffandoci nelle limpide acque di Cala Sabina, prima di fermarci per la notte all'ostello di Sogniasinara.
rifugio custodito

Sogniasinara

La cooperativa sognAsinara nasce nel 2007 dopo un interessante progetto formativo promosso da Italia Lavoro S.p.A. e cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio. Il progetto “Lavoro per ambiente: fare impresa cooperativa nelle aree marine protette” ha reso possibile l’occupazione di 18 giovani residenti nel comune di appartenenza del Parco Nazionale – Area Marina protetta Isola dell’Asinara. La cooperativa ha al momento in gestione sull'isola Asinara due strutture. - Una struttura ricettiva nel borgo di Cala d’Oliva: un ostello dalla capacità di circa 70 Posti letto; - Un ristorante da 130 coperti con annesso bar, in loc. Cala Reale (a pochi metri dal molo dove attracca la motonave che garantisce la continuità nella tratta Porto Torres - Cala Reale) dove è possibile offrire ai clienti anche un servizio all’aperto con i tavolini posti sul bellissimo prato verde del Palazzo Reale sede del Parco Nazionale e del Ministero dell’Ambiente. La cooperativa organizza inoltre serate a tema, eventi e manifestazioni promosse da enti pubblici, scuole, associazioni e ditte private che vogliono come sfondo l'isola dell'Asinara.
Spiaggia

Cala dei Ponzezi

La spiaggia di Cala Sabina (notoriamente conosciuta) o Cala dei Ponzesi (originariamente chiamata) è situata sul lato est dell’isola dell’Asinara, in una posizione molto ben riparata dai venti. In passato la spiaggia era frequentata dai familiari delle guardie carcerarie e dai rari visitatori cui era concesso di accedere all’isola. La spiaggia ha un ridotto arenile delle dimensioni di circa 60 metri ed è costituito da sabbia candida, a grana fine e morbida. Il mare è verde chiaro e azzurro, brillante e trasparente, con un esteso basso fondale sabbioso. La spiaggia di Cala Sabina è l’unica cala dell’isola nella quale è consentito fare il bagno, ed è consigliabile approfittarne: l’acqua è infatti limpidissima e pura. Il mare è ricchissimo di ittiofauna rara, colorata e affascinante, e i suoi fondali sono davvero imperdibili, per questo esso attira moltissimi amanti del diving e dello snorkeling. La natura di Cala Sabina o Cala dei Ponzesi è intatta, l’arenile è incorniciato da boschetti di tamerici, e rocce chiare, e sulla sabbia crescono i bellissimi e variopinti gigli selvatici. La spiaggia regala belle vedute ai visitatori, ed è sempre poco affollata, basta percorrere un breve tratto di sterrato circa 350 metri per raggiungere Cala Giordano.
Spiaggia

Cala Arena

Cala d'Arena è la spiaggia più settentrionale dell'isola dell'Asinara e forse la più bella, divisa in due durante l'inverno da un piccolo ruscello. alle sue spalle si erge una torre costiera risalente al Sedicesimo secolo. Fino a qualche decennio fa vi deponevano le uova le tartarughe Caretta caretta, e si poteva trovare anche qualche esemplare di foca monaca. La spiaggia ha una sabbia bianchissima, è circondata dalla macchia mediterranea. incredibili le trasparenze dell'acqua. Cala d'Arena è sottoposta al regime di tutela integrale. I motivi di questa protezione risiedono nella sua straordinaria bellezza naturalistica, espressa nei colori azzurrati del mare e negli aspri e suggestivi tratti rocciosi che si alternano alla sabbia bianca. Poco più a nord della Cala si trova il faro di Punta Scorno, che segna l'estremità settentrionale dell'isola dell'Asinara.

Commenti

    Puoi o a questo percorso