Tempo in movimento  3 ore 34 minuti

Tempo  5 ore 57 minuti

Coordinate 5176

Caricato 7 novembre 2020

Registrato novembre 2020

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
296 m
-15 m
0
9,3
19
37,13 km

Visualizzato 210 volte, scaricato 8 volte

vicino a Bindua, Sardegna (Italia)

Percorso con molte difficoltà tecniche che si snoda in gran parte sulla costa sud-occidentale consentendo di visitare alcune perle quali Masua, Canal Grande e Cala Domestica e di conoscere lo splendido e selvaggio territorio dell'immediato entroterra con una vegetazione che nei canaloni appare particolarmente rigogliosa e folta, con le numerosissime vestigia della civiltà mineraria che ha sostenuto ( e devastato) questo territorio e con alcune specificità geologiche quali la puddinga ordoviciana sulle montagne fra Monte Agruxiau e Nebida. Il percorso si snoda in parte su asfalto, ma gran parte segue sentieri molto chiusi e del tutto inadatti alla bicicletta, per cui si cammina e si fatica tantissimo.
Waypoint

Monte Agruxiau

Partiti Bindua ( frazione di Iglesias, dopo 1 km di asfalto in ascesa all'8% si giunge al villaggio minerario di Monte Agruxiau, tuttora abitato e sede di numerose attività, senza difficoltà si individua la strada, con asfalto molto ruvido, che conduce a Nebida. Si tratta di una strada costruita dalle società minerarie e destinata al trasporto del minerale verso Porto Flavia per l'imbarco. La strada presenta numerosi tratti di pendenza elevata.
Waypoint

Ruderi delle miniere

Sulla strada per Nebida si incontrano numerosi ruderi di costruzioni del periodo minerario. In particolare numerosi insediamenti abitativi costituiti da case, ormai in completa rovina, ma che mostrano buona qualità costruttiva.
Waypoint

Panorama sulla costa

Dopo 5.5 km si scollina a quota 250 m e si può vedere uno splendido panorama sulla costa occidentale e sulla spiaggia di Gonnesa
Waypoint

Nebida

Spendido villaggio abbarbicato sulle colline .
Waypoint

Masua

Dopo pochi km di discesa si giunge a Masua, dove i resti dell'attività mineraria sono veramente imponenti e il territorio appare totalmente devastata dall'opera dell'uomo.
Waypoint

Masua La costa

Assai interessante anche dal punto di vista naturalistico per la presenza del colossale Faraglione antistante Porto Flavia
Waypoint

Inizio sentiero ( Cammino di Santa Barbara)

Si prende ora un sentiero, largo e ben tenuto, ma pietroso ed estremamente ripido, sul quale si riesce a pedalare solo a tratti, mentre in altri si scende di sella e si spinge la bici. Questa mulattiera percorre il Canale denominato Barracca Abrusci e in 2.5 km ci fa ascendere di 250 m.
Waypoint

Ovile

Nell'ascesa si incontra un ovile costruito con la tecnica di un nuraghe.
Waypoint

Bivio Proseguire diritti

Questo primo sentiero è indicato per il percorso a piedi, per la bici meglio proseguire per incontrare la strada che proviene dalla SP 83
Waypoint

SentieroCanale Sa Susuia

Terminata la strada in corrispondenza di una Azienda di allevamento, comincia un lungo e impegnativo sentiero che segue il Canale Sa Susuia, all'inizio si tratta di una meravigliosa e scorrevole pista erbosa ( sembra di pedalare a Wimbledon) ma presto diviene un sentiero molto chiuso, ricavato a forza in una vegetazione particolarmente fitta che deve essre in buona parte percorso a piedi.
Foto

Sentiero

La parte finale del sentiero è veramente impegnativa e occorre districare la bici dai rami che ingombrano la strada.
Waypoint

Canal Grande

Il sentiero si conclude raggiungendo la strada che proviene dalla miniera di Canal Grande e conduce alla omonima Cala sulla Costa. La strada è veramente malridotta e sembra più un fiume di massi.
Waypoint

Canal Grande

Veramente impressionante questa cala, di enormi dimensioni e delimitata da un'alta falesia di roccia scura. Assolutamente eccezionale la grandissima grotta, creata da uno stranissimo movimento tettonico, che crea un lungo canale in cui si può passare con un gommone.
Waypoint

Bivio a sinistra

Per andare a Cala Domestica si svolta a sinistra
Waypoint

Cala Domestica

Bellissima come sempre e molto ben tenuta con la creazione di servizi che mettomo in sicurezza il sistema dunale e consentono ai campeggiatori di soggiornare in un ampio spiazzo erboso. Non meno impegnativo il sentiero che attraversa la scogliera e quindi risale su uno stretto canalone verso Pranu Sartu e l'alta falesia della Costa di Buggerru. Anche questo tratto va percorso interamente a piedi per almeno 1.5 km.
Waypoint

Waypoint

Waypoint

Falesia di Buggerru

5 commenti

  • Foto di Stampatello

    Stampatello 10-nov-2020

    Ciao Stefano, direi congratulazioni,ci ho pensato mille volte di percorrere questo giro perché fatto a piedi,ma appunto in bici proprio non me la sarei sentita, invece tu.......
    Magari presto ti chiederò consiglio, perché le fatiche di solito vengono ripagate dalle emozioni, e queste bellezze penso ne diano molte.

  • Foto di stefano.sanna54

    stefano.sanna54 10-nov-2020

    Grazie Donatello. Posso immaginare la difficoltà di gestire una e-bike nei tratti di portage che in questo percorso veramente abbondano. Ma magari recuperi energie nelle salite, alcune piuttosto dure.

  • Foto di Sergio Deiana

    Sergio Deiana 26-mag-2021

    Complimenti, bellissimo giro. Ma se dovessi fare anche il rientro mi consigli di fare lo stesso percorso o sarebbe meglio optare per le strade asfaltate?

  • Foto di stefano.sanna54

    stefano.sanna54 26-mag-2021

    Grazie Sergio. Se devi trasformare questo percorso in un tracciato ad anello devi calcolare almeno 75 km, che sarebbero assai impegnativi visti anche alcuni passaggi tecnici che devi affrontare. La soluzione potrebbe essere tagliare uno degli estremi, o parti da Nebida Masia e arrivi fino a Portixeddu e al rientro puoi fare asfalto. Oppure fermi il percorso a Cala Domestica o a Buggerru e risparmi dai 12 ai 18 km. Comunque dovresti tornare su asfalto nella provinciale fra Buggerru e Nebida. Da Nebida potresti tornare dalla strada di partenza oppure per variare seguire la strada litoranea fino Funtanamare e poi al bivio per Gonnesa svoltare a sinistra per Bindua. Il tratto che devi salvare è quello fra Masia, Canal Grande, Cala Domestica e anche Buggerru. Sono i passaggi più belli e impegnativi. Ciao

  • Foto di Sergio Deiana

    Sergio Deiana 26-mag-2021

    Grazie delle preziose informazioni

Puoi o a questo percorso